Scontro AIC-Lega Pro, la FIGC prova a mediare: si va verso l’accordo

0
Aic
L'intervento di mediazione della FIGC potrebbe scongiurare lo sciopero AIC.

Dialogare è la parola d’ordine. Un mantra da seguire specialmente in tempi forzatamente virtuali come quelli d’epoca Covid, dove il botta e risposta tramite comunicati si è dimostrato essere più deleterio che costruttivo. Lo scontro tra AIC e Lega Pro tristemente insegna. Facendo scuola, tra l’altro, soprattutto sulla pelle degli appassionati di Serie C. Ricapitoliamo brevemente quanto è accaduto. Lo scorso 24 luglio la Lega Pro ha diramato il Regolamento in merito al minutaggio dei giovani, nel quale, per la prima volta, la governance della terza serie ha fatto riferimento al restringimento del numero di calciatori professionisti utilizzabili in campionato dalle società.

“In lista potranno essere inseriti sino ad un massimo complessivo di n. 22 calciatori il cui status sia quello di calciatore professionista”, si legge nel comunicato. L’AIC contesta alla Lega Pro la decisione – presa senza consultare i club e il sindacato dei calciatori -, che di fatto ha costretto le società a “tagliare” dal proprio organico almeno 3 giocatori che in condizioni di normalità avrebbero potuto essere tesserati. Causando così la disoccupazione di circa 200 calciatori professionisti.

In due mesi si è passati rapidamente dall’indignazione alle minacce di sciopero, per le quali l’Assocalciatori ha aspettato il sorteggio dei calendari. “Stando così le cose, la prima giornata non si gioca”, è stato il ritornello dell’AIC nelle ultime settimane. Mentre sull’altro lato del campo il presidente della Lega Pro, Francesco Ghirelli, ha respinto al mittente le accuse, minacciando a sua volta penalizzazioni di un punto per le società che decideranno di non scendere in campo questo weekend.

L’INTERVENTO DELLA FIGC

Nel clima di guerra civile tra le parti si è dunque intromessa la FIGC. Stando a quanto raccolto da SoloVisPesaro, l’intervento della Federazione dovrebbe tradursi nell’ufficialità di un accordo, in arrivo questo pomeriggio. La Lega Pro, infatti, dovrebbe rendere noto l’allargamento delle liste da 22 a 25 giocatori per uniformarsi a Serie A e B. Un compromesso che soddisferebbe l’AIC, pronta quindi a rinunciare allo sciopero. Si attendono novità nelle prossime ore.

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome