Serie C, è ufficiale: il criterio geografico dei gironi rimane lo stesso

0
Serie C
Il settore Prato deserto al Tonino Benelli

Marche, Umbria, Emilia Romagna, Veneto, Friuli Venezia-Giulia e Trentino-Alto Adige. Al di là di piccoli aggiustamenti, sarà questa la geografia del girone B targato 2020/2021. Lo ha deliberato all’unanimità il Consiglio Direttivo della Lega Pro, svolto oggi in video conferenza. Viene così accantonata l’ipotesi di una suddivisione Nord-Centro-Sud, coi biancorossi che se la sarebbero giocata con emiliano-romagnole, umbre e toscane. Gennari e compagni se la dovrebbero comunque vedere col Perugia: il Grifo, al pari di Livorno, Juve Stabia e Trapani, ha presentato domanda alla prossima Serie C. Retrocesse dalla B a parte (la loro deadline era fissata per ieri), probabile avversario dei vissini sarà il Legnago Salus, fresco di iscrizione depositata. La Lega Pro ha inoltre ufficializzato data e sede del sorteggio dei calendari: appuntamento giovedì 10 settembre (ore 18:50) al Salone d’Onore del CONI di Roma.

QUATTRO CASI DI CORONAVIRUS NELLO STESSO PERIODO: OGNI CLUB HA LA FACOLTÀ DI CHIEDERE IL RINVIO DEL MATCH

Novità anche sul fronte gestione Covid-19: nel caso in cui una squadra dovesse riscontrare quattro casi di positività nello stesso periodo, il club potrebbe chiedere il rinvio del match. Una soluzione che darà maggior margine di manovra alle società, al di là della ferrea applicazione dei protocolli sanitari.

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome