Serie C, girone B: Fano-Imolese salve. Retrocedono Arzignano e Ravenna

0
Gironi Serie C. Il girone B

Il derby tra Vis Pesaro e Alma Juventus Fano continuerà a giocarsi. Dopo il 2-0 di sabato, i granata vincono anche oggi in trasferta sul campo del Ravenna (0-1) e sono ufficialmente salvi. Stessa sorte per l’Imolese che pareggia 0-0 contro l’Arzignano Valchiampo ma si salva dopo la vittoria (1-2) di quattro giorni fa in trasferta.

IL FANO SI SALVA E CONDANNA ALLA D IL RAVENNA

Il Fano riesce così a salvarsi dopo aver agguantato i playout per media punti secondo l’algoritmo usato dalla Figc, a scapito del Rimini retrocesso con lo stesso punteggio (21) dei granata nella ir-regular season (fermata a causa di una pandemia si intende, non per altro). Ma nella doppia sfida il Fano è arrivato con entusiasmo, facendo un gioco corale e con tanta voglia di agguantare la salvezza. Cose che sono completamente mancate al Ravenna, ora retrocesso in Serie D dopo tre stagioni di professionismo. Il Fano invece, nella stagione 2020-2021, giocherà per il quinto anno consecutivo in Serie C, dopo aver ottenuto tre salvezze (compresa quella di oggi) e un ripescaggio. Nei cugini della Vis Pesaro gioca anche un pesarese doc, Benjamin Boccioletti. Per lui nessun minuto nelle due sfide playout. Il derby per eccellenza in casa biancorossa e granata si continuerà quindi a giocare, portando con sé tante emozioni.

L’IMOLESE GIOCA IN 10 QUASI TUTTA LA PARTITA MA SI SALVA

Anche nella squadra emiliana, l’Imolese, è presente un giocatore arrivato dalla Vis Pesaro, Lorenzo Adorni, terzino che nella prima parte di stagione non è riuscito a lasciare il segno a Pesaro. Per lui zero spazio nei playout, ma come per Boccioletti la gioia di una salvezza conquistata sul campo. A farne le spese è l’Arzignano Valchiampo, club che militava per la prima volta nei professionisti, retrocesso soprattutto per aver perso la gara d’andata, in casa, 1-2. Proprio il giocare in casa è stato il punto debole per Arzignano in tutta la stagione. La società veneta infatti non ha mai vinto al Romeo Menti (stadio del Vicenza dato in concessione) durante il campionato e il cambio d’impianto, con i playout giocati al Gavagnin Nocini di Verona, non ha dato i suoi frutti. Ennesima sconfitta interna e partita di ritorno compromessa. Lo sterile 0-0 nel match di ritorno premia l’Imolese, feroce e grintosa nonostante un uomo in meno per ben 65 minuti, che continuerà così a competere in Serie C.

RETROCESSE E SALVEZZE NEGLI ALTRI GIRONI

Rocambolesco 3-3 nel girone A tra Pergolettese e Pianese, con la squadra ospite che non approfitta dell’uomo in più e, dopo essere andata in vantaggio per 1-3, si fa rimontare e retrocede in Serie D (andata 0-0). Vittoria invece facile nel girone C per l’Az Picerno che batte 3-0 il Rende e si salva (andata 1-0). Rimane in C anche il Sicula Leonzio, che batte con risultato all’inglese (1-0), come all’andata, il Bisceglio. Clamorosa la retrocessione della Giana Erminio, nella stagione 2018-2019 nel girone della Vis Pesaro. La squadra di Gorgonzola pareggia 1-1 in casa con l’Olbia, gestendo male il vantaggio e i due uomini in più. I sardi trovano il gol del pareggio al 90′ e rimangono in C dopo l’1-0 dell’andata.

Sono iniziati anche i playoff di Serie C. Novara-Albinoleffe è l’unica sfida del girone A, così come Padova-Sambenedettese per il girone B (diretta su Rai Sport). Nel girone C invece si giocano Catania-Virtus Francavilla e Catanzaro-Teramo. Domani l’ultima sfida tra Ternana e Avellino. Chiusa la pratica playout e salvezza, inizia la corsa all’ultimo posto valido per la Serie B.

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome