UFFICIALE: Serie C a porte chiuse fino al 3 aprile. Ecco le disposizioni

0
Vis Pesaro porte chiuse
Lorenzo Paoli in azione contro il Vicenza (foto Vis Pesaro 1898)

La Serie C si adegua alle disposizioni governative e lo fa annunciando la disputa a porte chiuse delle gare fino al 3 aprile. Prima della pubblicazione del comunicato (LEGGI SOTTO) il presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli ha dichiarato che “governare l’emergenza vuol dire essere pronti ad ogni situazione e non farsi trovare scoperti ed impreparati. Modificheremo il calendario se si presentassero emergenze che mettessero in discussione la conclusione. Oggi questa eventualità non esiste ma siamo pronti ad affrontare l’eventuale scenario“. Non solo. Quattro le puntualizzazioni del numero uno della Lega Pro. A partire dall’eventualità di modificare il calendario dei playoff e dei playoutin presenza di eventi che dovessero aggravare la situazione generale“. A questa si aggiunge la proposta di anticipare di due settimane lo start del campionato 2020/2021per avere margini che non ci obblighino a finali di campionato faticosi e ‘intasati‘ in caso di emergenze”. Oltre alla necessità dell’utilizzo degli spogliatoi nei campi di allenamento, Ghirelli confida nel ministro Spadafora per il varo di provvedimenti fiscali ed economici che sostengano le società in presenza di attuali e future perdite ingenti.

porte chiuse
In rosso le gare che la Vis Pesaro giocherà a porte chiuse.

LE DISPOSIZIONI DELLA LEGA PRO: NIENTE TIFOSI E CONFERENZE STAMPA POST-PARTITA

All’interno del comunicato la Lega Pro ha elencato tutte le figure ammesse all’interno dello stadio. Tra queste non compaiono ovviamente i tifosi, oltre agli ospiti accreditati. Ammessi invece giocatori, terna arbitrale, staff tecnico, medico e dirigenziale, operatori televisivi, operatori dell’informazione (in numero limitato), personale tecnico per l’organizzazione della gara, incaricati della Procura Federale, Delegati Lega, medici Antidoping, Osservatori arbitrali, Organo Tecnico della CAN C, addetti della Sicurezza Pubblica, Steward previsti nelle aree interessate, VVFF e gli operatori di Pronto Soccorso. Cerimoniali di inizio gara previsti in forma ridotta e zero spazio a iniziative pre e post gara.

IL BOTTA E RISPOSTA TRA BOROZAN-GHIRELLI

Dopo le dichiarazioni del dg Vlado Borozan pubblicate ieri sulle colonne del Corriere Adriatico (“E’ un campionato falsato. Nel caso in cui fosse stato fermato il girone C, non so quante polemiche ci sarebbero state“), sempre per la stessa testata non è tardata ad arrivare la reazione del presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli: “Rispondo a Borozan con amicizia e stima (..). Noi abbiamo agito seguendo un altro caposaldo di ragionamento: non dobbiamo sottovalutare nulla e non dobbiamo amplificare le paure. Per questo, semplicemente, ha continuato a giocare il girone C“. E ancora: “Abbiamo lavorato contro la chiusura degli stadi al pubblico, ritenendo che senza tifosi non sia calcio“.

[pdf-embedder url=”https://solovispesaro.it/wp-content/uploads/2020/03/1920-139DIV.pdf” title=”comunicato Lega Pro porte chiuse”]

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome