Serie C, una riforma per le retrocessioni: cinque totali

Nuovo regolamento per le retrocessioni dalla serie C alla serie D. Tenuto conto dell’esclusione delle società Pro Piacenza (girone A) e Matera (girone C), viene rimodulata la formula dei playout che riduce le retrocessioni a cinque.

0
Vis Consiglio Federale
I tifosi della Vis Pesaro (foto Vis Pesaro 1898)

Nuovo regolamento per le retrocessioni dalla serie C alla serie D. Tenuto conto dell’esclusione delle società Pro Piacenza (girone A) e Matera (girone C), viene rimodulata la formula dei playout che riduce le retrocessioni a cinque.

Nel girone B – unico a 20 squadre – è prevista una retrocessione diretta e un playout tra la penultima e la terzultima. Se tra le due ci saranno più di 8 punti di differenza, la retrocessione della penultima sarà diretta. Nei gironi A e C non è prevista la retrocessione diretta – a meno che non vi siano più di 8 punti di distacco – ma un playout tra ultima e penultima di ciascun girone. Le perdenti retrocedono mentre le vincenti delle sfide salvezza dei due gironi si scontrano tra di loro. La perdente dell’incontro sarà quindi la quinta retrocessa.

Il Consiglio Federale di oggi ha dato voce alle richieste del Presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli e al Presidente della Figc Gabriele Gravina. Un percorso che aspira a un futuro migliore per il calcio professionistico, con società pulite e sane. Nasce una Black List – lista nera – che impedisce di acquistare una società a chi negli ultimi cinque anni abbia ricoperto il ruolo di socio, amministratore o dirigente in società già escluse o penalizzate.

Per la prossima stagione si dimezzerà – da quattro a due – il numero delle gare che è possibile disertare prima di essere esclusi dal campionato (cosa accaduto questa stagione a Pro Piacenza prima e Matera poi). “È apprezzabile l’intento del presidente Ghirelli – spiega il presidente della serie D Cosimo Sibilia – ma anche quelli della Lega Nazionale Dilettanti devono avere analoga considerazione. Abbiamo già da tempo programmato lo svolgimento dei playoff e ora è impossibile tornare indietro”.

Le promozioni in Serie B invece saranno cinque: il girone A è attualmente comandato dalla Virtus Entella inseguita dal Piacenza che dista quattro punti e con scontro diretto in programma per martedì 23 aprile. Il girone B – come sappiamo – è dominato dal Pordenone che ha sette punti di vantaggio dalla Triestina. Tra due settimane in casa – giocherà contro il Teramo – può festeggiare la promozione. Nel girone C invece, dopo un dominio per tutto il campionato e una sola sconfitta, la Juve Stabia si trova assediata dal Trapani a un solo punto di distanza. Scontro diretto in programma domenica 14.30. Le altre due arriveranno promosse dai playoff, con il Monza finalista di Coppa Italia che, in caso di vittoria, porterebbe anche l’undicesima in classifica del girone B ai playoff.

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome