Sì ma, la classifica? Vis Pesaro fuori dai playout: si allarga la lotta salvezza

0
vis pesaro matelica gubbio
L'esultanza della Vis Pesaro al gol di Gucci contro il Matelica (crediti: Vis Pesaro 1898)

Anche non perdere, serve. Lo sa bene una Vis Pesaro che da domenica sera si è tirata momentaneamente fuori dalla zona playout grazie al prezioso punto di Matelica. Un pareggio – meritato – che ha consentito alla squadra di Di Donato di staccare di un punto il Legnago, sconfitto mestamente a Trieste (4-1). È il primo passo verso la luce, ne serviranno altri 15. Inteso come le giornate che mancano da qui al fischio finale del campionato.

Basta così? Per ora. Perché non perdere, almeno quando non si può vincere, serve. Ma dietro c’è chi fa sul serio. L’Imolese ha vinto 3 delle ultime 5 partite, pareggiando contro il Padova (1°) e perdendo solo a Verona contro la Virtus, che sabato farà tappa al Benelli. Un filotto da zona playoff che ha permesso ai rossoblu di tornare pienamente in corsa per la salvezza diretta, a -1 proprio dalla Vis Pesaro fuori dalla zona calda.

Momento pregiato anche per il Fano, ancora imbattuto nel 2021 che gli ha presentato davanti Triestina (0-1), Gubbio (1-1), Perugia (0-0), Padova (1-1), Carpi (4-0) e Sambenedettese (2-2 con pareggio incassato al 95′). Un calendario tosto, superato a pieni voti, che certifica la pericolosità in rimonta dei granata, giunti a due punti dai biancorossi. Note stonate che non devono spaventare. Ma, anzi, dare ulteriore carica a un gruppo reduce da tre risultati utili consecutivi. Perché se dietro si corre, davanti si passeggia.

Gubbio e Fermana sono lì, e non vanno troppo forte. Mentre è emblematica la caduta libera del Carpi, sconfitto 6-0 dal Padova nell’ultimo dei tanti recuperi (causa covid) che sono toccati agli emiliani. Per loro, solo 6 punti nelle 8 gare disputate nel 2021 (2 vittorie, 6 sconfitte). E che sconfitte: 0-3 con l’Imolese, 4-0 con il Fano, 5-1 con la Samb. E appunto il 6-0 di oggi in casa del Padova. Di fatto, da squadra lanciata per i playoff il Carpi si è trasformata in un’altra diretta concorrente per la salvezza. Lo dimostra la classifica.

LA CLASSIFICA

Considerando anche l’Arezzo (ultimissimo ma sempre pericoloso finché la matematica non lo condanna: mai abbassare la guardia), sono ben 9 le squadre invischiate nella lotta per restare in Serie C. A eccezione di Ravenna e Legnago, la Vis Pesaro deve ancora affrontarle tutte. Tanti scontri diretti, e quindi tante opportunità per risalire la china. Vietato fermarsi.

I RISULTATI

Di seguito, i risultati dell’ultimo turno (il 23°) di campionato. In grassetto le dirette concorrenti per la salvezza.

Padova-Fermana 1-0
Triestina-Legnago 4-1
Ravenna-Modena 0-0
Gubbio-Sudtirol 1-2
Virtus Verona-Arezzo 1-1
Feralpisalò-Cesena (Rinviata causa covid)
CarpiImolese 0-3
Perugia-Mantova 4-2
Matelica-Vis Pesaro 1-1
Sambenedenettese-Fano 2-2

IL PROSSIMO TURNO

Imolese-Fano è l’unico vero scontro diretto di giornata. Il Carpi va ad Arezzo, il Gubbio (forse) a Cesena. La partita dovrebbe essere rinviata a causa del focolaio in casa bianconera. Sfide difficili per Fermana, Ravenna e Legnago. Poi, ovviamente, Vis Pesaro-Virtus Verona.

SABATO 13/02

ImoleseFano (15:00)
Cesena-Gubbio (15:00)
Vis Pesaro-Virtus Verona (15:00)
Fermana-Perugia (17:30)

DOMENICA 14/02

Ravenna-Triestina (12:30)
ArezzoCarpi (15:00)
Sudtirol-Feralpisalò (15:00)
Legnago-Padova (15:00)
Mantova-Sambenedettese (17:30)

LUNEDÌ 15/02

Modena-Matelica (21:00)

 

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome