Tomei e non solo

0

Sono passate ventiquattr’ore dal punto ottenuto contro la forte Ternana. Si partiva sfavoriti su tutti i fronti, sia a livello di rosa, di organizzazione societaria, di calibro della storia recente, ma anche sul piano fisico con i nostri che avevano giocato tre partite in una settimana e situazione infortuni difficile. Ma Colucci in conferenza venerdì lo disse, si parte 11 contro 11 e nulla è scontato. Così è stato.

La squadra ha dimostrato ancora tutto il suo carattere. Un punto guadagnato lottando con le unghie e con i denti su tutti i palloni, a contrasto continuamente sulle seconde palle, agonismo, aggressività e grande condizione fisica, nonostante acciacchi e stanchezza sulle gambe. Tomei ha tenuto a galla più volte il pareggio con tre interventi poderosi, festeggiando sotto la curva a fine partita come fosse una vittoria, acclamato già da beniamino dalla piazza pesarese. Gennari è stato superbo, ha vinto quasi tutti i contrasti aerei e ha salvato un goal nella ripresa, con un’intervento in anticipo su Ardemagni sulla linea di porta. Nel secondo tempo è stato aiutato anche da un ritrovato Briganti, che ha portato freschezza ed esperienza al reparto difensivo. Capitan Paoli a centrocampo ha ancora detto la sua nonostante nemici del calibro di Vives e Defendi. E bisogna citare il presentissimo Buonocunto che si sta ritagliando tanti minuti in questa ampia rosa. Grande senso tattico abbinato a corsa e temperamento, quel giocatore che tutti gli allenatori vorrebbero in squadra per la quantità ed il “lavoro sporco” che apportano. Delude le aspettative Petrucci, obbligato ad una partita di sacrificio e difensiva, vista la spinta continua del forte terzino sinistro ternano López. Rimanendo nell’ambito di lotta e sudore per la maglia, importantissimo è stato l’attaccante Diop. Sportellate per tutta la partita in mezzo ai giganti rossoverdi, Hristov e Gasparetto, entrambi sopra 1,90 d’altezza, con tanti falli guadagnati e dando respiro alla difesa biancorossa.

Mister Colucci può ritenersi sicuramente soddisfatto di tutto ciò. Ora per la prima volta una settimana a disposizione per preparare la trasferta di domenica alle 14.30, allo stadio Romeo Menti di Vicenza. Sperando nel recupero di Kirilov e Botta e solo in un’affaticamento per Lazzari uscito nell’intervallo. La Vis vuole continuare la sua striscia positiva di risultati.

Nicholas Masetti

per SoloVisPesaro.

Credits foto Filippo Baioni.

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome