Tripletta di Grandolfo e tre assist di Voltan, nel segno del gioco di Pavan

0
Grandolfo
L'attaccante della Vis Francesco Grandolfo che festeggia insieme al capitano Lorenzo Paoli

Si chiude la seconda settimana di ritiro estivo. E la Vis Pesaro di Simone Pavan lo fa vincendo e convincendo. Un secco 5-0 alla Sangiustese, formazione di serie D, nel pesante campo di Cantiano. La difesa subisce poco, il sistema tattico (4-3-1-2) funziona e l’attacco incide. Ora i biancorossi vivranno un’altra settimana di allenamenti nel campo sportivo di Cantiano per poi chiudere, sabato 3 agosto, il ritiro nell’amichevole contro la Paganese. Il tutto in attesa della prima partita ufficiale di Coppa Italia, domenica 11 luglio, avversario ancora da definire tra Cesena e Rimini.

LE INDICAZIONI PER MISTER PAVAN

Pavan ha scelto di partire con l’11 tipo che si vedrà durante la stagione. I centrali di difesa, Gennari e Lelj, hanno mostrato tutta la loro esperienza e i loro muscoli, annientando l’attacco della Sangiustese. Il terzino destro Lorenzo Adorni (il giocatore con più minuti della gara, 80) ha spinto continuamente sulla sua corsia, andando spesso al cross. Dall’altra parte ha giocato Campeol, bravo nell’assistere la manovra. Un gioco, quello della Vis Pesaro, molto verticale e rapido. Capitan Lorenzo Paoli, da vertice basso, è bravo nello svolgere il doppio compito: rottura del gioco e verticalizzazioni veloci a cercare l’altro giocatore tra le linee, in posizione più avanzata, Davide Voltan, il giocatore più in forma del primo tempo. Da mezzali hanno agito Ejjaki e Rubbo, abili palla al piede e intelligenti tatticamente. Lì davanti Pavan ha scelto un duo fatto di muscoli e centimetri: Alessandro Tascini è stato schierato al fianco di Francesco Grandolfo. Quest’ultimo, arrivato qualche settimana fa dalla Virtus Verona, ha segnato una tripletta, mostrando cattiveria, carisma e determinazione. Per lui sono già sette le reti in due uscite estive. E i tifosi, accorsi in circa duecento, hanno applaudito e gustato il nuovo numero 9 della Vis.

LA CRONACA

Nel primo tempo Voltan è stato l’epicentro del gioco biancorosso. Il classe ’95 ha battuto anche tutti i calci piazzati e proprio dai suoi piedi sono nati il primo gol (Gennari di testa) e il terzo (Grandolfo di testa, sempre da un calcio d’angolo). La seconda rete della Vis è invece arrivata con un pressing di Grandolfo, bravo a recuperare palla e a concludere. La squadra di Pavan ha evidenziato anche ottime capacità nel capire e recuperare le seconde palle.

Poi nella ripresa l’allenatore arrivato dalla Sampdoria ha cambiato sette giocatori. La coppia di difensori centrali è diventata Farabegoli-Gianola (è entrato sulla sinistra anche Pedrelli), il centrocampo si è trasformato con Tessiore, Misin e Gabbani da vertice basso, e davanti è entrato il giovane prodotto del vivaio Renzi. L’identità e l’idea di gioco non sono cambiate: palla verticale veloce, pochi tocchi e tanta qualità. A segnare la quarta rete è ancora bomber Grandolfo, questa volta di petto su cross ancora una volta di Voltan (tre assist per lui). La quinta rete invece la segna Farabegoli di testa, su ribattuta, dopo la conclusione di Gabbani nata sempre da un calcio d’angolo. Da segnalare una bella giocata di Renzi, molto abile a duettare con Tessiore, quest’ultimo poco incisivo davanti al portiere avversario.

MERCATO BIANCOROSSO

Nel secondo tempo è sceso in campo circa mezz’ora l’attaccante classe ’98 Antonio Di Nardo. L’anno scorso nei primi sei mesi fece parte della rosa di Leonardo Colucci, per poi passare alla Lucchese (girone A). Ora si sta allenando con i biancorossi (è di proprietà della Sampdoria) da una settimana ma un suo tesseramento pare molto difficile. Pare che il giocatore stia aspettando una chiamata da qualche società. Un giovane invece della Sampdoria vicino all’approdo a Pesaro è João Claudio Gomes Ricciulli, attaccante classe ’99 di nazionale Guinea-Bissau, con un passato al Braga under 23. Nei prossimi giorni possibile che raggiunga i compagni a Cantiano. Riguardo invece il quarto difensore centrale della rosa la dirigenza della Vis Pesaro sta decidendo se tenere Giorgio Gianola, prendere in prestito dalla Samp primavera il lettone Robert Veips (classe 2000) o tesserare Alessandro Masella, ora in prova, classe ’96, nelle ultime quattro stagioni nel campionato rumeno.

 

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome