UFFICIALE – La Vis Pesaro ha già un nuovo allenatore: Daniele Di Donato

0
daniele di donato
Daniele Di Donato è il nuovo allenatore della Vis Pesaro (foto: Vis Pesaro 1898)

Una scelta dai due volti. Da un lato, le 413 presenze in Serie B, 115 in Serie C e 23 in Serie A da calciatore. Dall’altro le esperienze sulla panchina delle giovanili del Modena, in Serie D con Jesina e Arzignano e una sola volta in C ad Arezzo, lo scorso campionato nel Girone A. Chiuso con un 9° posto dolce-amaro visto lo stop anticipato dei giochi causa lockdown. Questo, in numeri, è l’identikit di Daniele Di Donato. Un mix tra esperienza sul campo e freschezza in panchina, quel che è bastato per convincere lo stato maggiore di Via Simoncelli. Perché è ufficiale: Di Donato è il nuovo allenatore della Vis Pesaro. Ha già guidato il suo primo allenamento questo pomeriggio insieme al suo vice Daniele Bedetti, mancava solo il comunicato della società. Arrivato proprio a fine seduta:

“La società Vis Pesaro 1898 comunica che il nuovo allenatore è Daniele Di Donato, 43 anni. Il tecnico ha firmato un contratto fino al 30 giugno 2021. Nel suo curriculum ha vinto un campionato di Serie D, 2018-2019, alla guida dell’Arzignano Valchiampo, prima storica promozione in Serie C. La stagione scorsa ha invece allenato l’Arezzo, raggiungendo con la squadra toscana i playoff (poi non disputati, ndr)“.

Si cambia subito, dunque. Una panchina girevole: esce Nanu (esonerato stamattina), entra Di Donato. Nemmeno il tempo di impacchettare le sue cose che Galderisi ha già un sostituto. Lo storico ex centrocampista dell’Ascoli si era ritrovato libero a inizio stagione a seguito del disastro Trapani, prima ammesso e poi – dopo aver disertato le prime due giornate di campionato – escluso dalla Serie C. Di Donato riparte da Pesaro, allora. Ci arriva da allenatore giovanissimo (43 anni) che ha ancora tanto da dimostrare, ma anche una grande chance tra le mani. Un obiettivo: risollevare una Vis Pesaro partita malissimo. Ci proverà a partire da Salò, domenica, contro la Feralpi quinta in classifica. Non male come battesimo del fuoco. L’era Galderisi è già alle spalle.

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome