Un diverso fine settimana

0
Mercato Vis Pesaro, in arrivo diversi under

La Vis Pesaro è in ritiro e mancano meno di ventiquattro ore alla partita decisiva contro la Virtus Verona. Rimangono dieci partite alla fine del campionato, ovvero due mesi, cinque sfide casalinghe e cinque in trasferta.

Prezzi ribassati per i tifosi, possibile cambio di modulo o di giocatori tra i primi 11 e si torna a giocare di domenica. Dato importante: la Vis dal primo dicembre al 23 febbraio, ovvero il periodo delle partite del sabato, ha vinto due sole gare, ne ha perse otto e pareggiate cinque. Tutt’altro dice invece la statistica della domenica dove i biancorossi hanno perso solo contro il Vicenza in dieci gare giocate. Le altre due sconfitte maturate contro Triestina e Pordenone nel girone d’andata furono durante gli infrasettimanali. Cambiamenti. Come quelli che ci dovranno essere a livello di prestazione, classifica e risultato.

Nell’anticipo della ventinovesima giornata il Fano ha pareggiato in casa contro l’Albinoleffe. Sfida spenta, senza reti, ma intanto l’attuale seconda squadra che giocherebbe i playout contro la Giana Erminio dista soli quattro punti dalla Vis Pesaro.

Cinque sconfitte consecutive, l’attacco stenta da quattro gare senza andare a segno e la Vis non vince al Tonino Benelli dallo scorso 8 dicembre. La sfida di domani deve essere un diverso fine di settimana. Sbocciare in questo mese di marzo, un po’ come la primavera.

Crediti: Vis Pesaro 1898

Nel girone A intanto la Lucchese non ha più una società, i dirigenti sono spariti e i giocatori si autogestiscono, pulendo e lavando il materiale calcistico. Dopo Matera e Pro Piacenza rischia di saltare una terza squadra a campionato in corso. Intanto la Lucchese oggi ha vinto. Sì, a tavolino, proprio contro la Pro Piacenza. Nelle prossime due settimane i toscani giocheranno due derby contro Pisa e Siena ed entro il 18 marzo la società deve pagare 250 mila euro di stipendi arretrati, oltre l’affitto dello stadio di tre anni al Comune, cifra vicina ai 100 mila euro. Un diverso fine settimana anche per i tifosi della Lucchese che hanno aperto un conto corrente per trovare fondi da destinare alla squadra.

Parlando proprio di tifosi, in Spagna, le lamentele del pubblico per i posticipi del lunedì hanno trovato seguito. Il presidente della Federazione spagnola (RFEF), Luis Rubiales, ha dichiarato via Twitter: “Gli affari e le dirette tv sono importanti, ma i tifosi di più”. Così, dalla prossima stagione, la Liga spagnola toglierà il Monday night, e la Bundesliga tedesca lo abolirà dal 2021. In Italia intanto anche la Serie C ha un posticipo di lunedì – scelto tra i tre gironi e visibile su Rai Sport – e il derby umbro Gubbio-Ternana del prossimo 11 marzo sarà proprio in televisione. Insomma, sarà un diverso fine settimana anche per i tifosi allo stadio e sul divano.

 

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome