Una Vis Pesaro all’altezza del palcoscenico

0

Torna il derby marchigiano Vis Pesaro-Ascoli, ultima volta affrontatosi nel lontano 2000-2001 con i bianconeri che ai tempi vinsero il campionato di Serie C. Squadra quella ascolana che ha già affrontato due giornate di campionato, pareggiando in casa al “Del Duca” contro il Cosenza e perdendo per 2-0 a Perugia, complice un’errore del portiere Perucchini, quest’oggi non convocato per problemi muscolari. Assenti nell’Ascoli anche Coly ed il neo arrivato Ngombo dall’Eredivise olandese, dal Roda. Vis Pesaro invece che non può contare su Ivan e Gianola. Gioca dall’inizio Lollo Paoli, prendendo il posto di Briganti fermatosi nel riscaldamento pre-gara. Le due squadre nei saluti inziali festeggiano i 120 anni di storia, scambiandosi oggetti, essendo nate entrambe nel 1898, quarte nella storia del calcio italiano, in ordine cronologico dietro solo a Genoa, Alessandria e Juventus. La Vis Pesaro è pronta per l’inizio di questa tanto desiderata serie C, con l’estrazione dei calendari fissata per martedì. L’Ascoli invece il prossimo weekend affronterà la terza giornata di Serie B, contro la neopromossa Lecce.

Primo tempo dove la Vis Pesaro tiene molto bene il campo con occasioni da entrambe le parti. Le due squadre rispondono colpo su colpo, prima occasione biancorossa al 7′ con Kirilov su calcio di punizione, ben piazzato ma debole, bloccato facilmente dal portiere dell’Ascoli Lanni. Tre minuti dopo ancora Vis Pesaro con gran cross a tagliare la difesa da parte dell’ascolano Petrucci sul quale si avventa Olcese, arrivando in scivolata ma senza dare la spinta giusta per depositare il pallone in rete. Ed ecco che dal 20′ minuto iniziano le occasioni dell’Ascoli, prima con l’inserimento di Frattesi di testa con palla che sorvola la traversa, poi Ganz di tacco volante ma debole, facilmente parato da Tomei. Occasioni che culminano al 33′ con goal della giovane promessa classe ’99 Fratessi in prestito dal Sassuolo, che ricevuto un passaggio al centro dell’area, si gira rapidamente e trafigge Tomei. Ma al 40′ minuto c’è un’occasione clamorosa per la squadra biancorossa, con il difensore centrale dell’Ascoli, il capitano Padella, che sbaglia in fase si disimpegno regalando palla a Petrucci che trovatosi di fronte al portiere avversario calcia malissimo, facendo una leggera palombella, quasi un passaggio per la semplice parata di Lanni.

Secondo tempo, pronti via e la Vis Pesaro con il neo-entrato Diop pareggia con un colpo di testa insaccando un cross dal fondo destro di Hadziosmanovic. Passano nemmeno due minuti e da un calcio d’angolo biancorosso la palla giunge nei piedi dell’altro neo-entrato Boccioletti, che da fuori area di contro balzo calcia molto bene sfiorando l’incrocio. Vis pimpante, rapida con verticalizzazioni continue, approfittando della squadra ascolana cambiata per 10/11, ad eccezione del portiere. Nel proseguo di gara molto bene ancora la Vis che insiste con Diop che trova verticalmente il migliore in campo Kirilov, che però davanti al portiere si fa ipnotizzare. Arriva poi al 63′ minuto l’esordio dell’ultimo arrivato Marchi che prende il posto di un deludente Buonocunto. Al minuto 72 l’Ascoli ha l’occasione del vantaggio, ma Troiano non colpisce la palla al volo al centro dell’area sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Al minuto 78 su calcio di punizione il classe ’92 Beretta, ex talento del Milan Primavera, l’anno scorso a Foggia, colpisce la traversa da distanza considerevole. Al minuto 88 ennesima occasione Vis Pesaro con giocata superba di Lazzari che trova una magnifica apertura di campo per Balde, il quale però calciando al volo non trova la rete per pochi centimetri, sfiorando il palo sinistro.

Pareggio per 1-1 che forse sta stretto a questa buonissima Vis Pesaro, molto ben messa in campo e con grandi giocate individuali, su tutti Kirilov, Petrucci e Paoli. Sicurezza in porta con Tomei, difesa in grande condizioni atletica e già ben comunicante con il centrocampo. Attacco che quest’oggi ha creato tante occasioni, tre sprecate a tu per tu con il portiere avversario. Ora testa alla prima di campionato con gironi e calendari che usciranno martedì 11. Giovedì invece alle 18.30, in Piazza della Libertà (Palla di Pomodoro), attesa la presentazione della squadra.

VIS PESARO: Tomei, Hadziosmanovic (72′ Romei), Paoli, Gennari (81′ Pastor), Rizzato (46′ Boccioletti, 89′ Rossoni), Botta (81′ Gabbani), Tessiore (72′ Sabattini), Buonocunto (63′ Marchi), Petrucci (58′ Balde, 89′ Cuomo), Kirilov (72′ Lazzari), Olcese (46′ Diop, 89′ Di Nardo). A DISPOSIZIONE: Stefanelli, Bianchini, Briganti.

ASCOLI CALCIO: Lanni (66′ Bacci), Kupisz (46′ Laverone, 78′ De Santis), Padella (46′ Quaranta), Brosco (46′ Valentini), D’Elia (46′ Valeau), Casarini (46′ Troiano), Cavion (46′ Zebli), Frattesi (46′ Addae), Ninkovic (46′ Baldini), Ganz (46′ Beretta), Ardemagni (46′ Rossetti). A DISPOSIZIONE: Scevola, Parlati.

NOTE: Spettatori circa 700 (20 da Ascoli), angoli 2-4, ammoniti Petrucci per la Vis Pesaro e Valentini per l’Ascoli. Terreno in buonissime condizioni. Reti al 33′ di Frattesi e al 47′ di Diop.

Nicholas Masetti

per SoloVisPesaro.

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome