3-1 Virtus Verona. Patatrac per la squadra di Simone Pavan

0
Il campo di gioco del Gavagnin-Nocini di Verona dal settore ospiti (foto tifoso)

Buon pomeriggio e buona domenica a tutti i lettori di SoloVis. La Vis Pesaro perde lo scontro diretto contro la Virtus Verona giocando una partita di bassa intensità, aggressività e tecnica. Nella 9^ giornata di serie C girone B la Virtus Verona fa il bottino pieno e vola a 13 punti in classifica. Luigi Fresco nonostante tante assenze annienta la Vis. Pavan avrà tanto da lavorare in settimana per rialzare il morale dei biancorossi, ora in zona playout con 8 punti guadagnati in 9 gare giocate e ben 14 reti subite. La difesa, la stagione scorsa la migliore del girone B (31), ha perso le certezze.

CRONACA SECONDO TEMPO

93′ cross lento di Misin, esce e blocca Giacomel. Finisce 3-1 per la Virtus Verona, alla sua quarta vittoria in 5 gare. Per la Vis sono 2 punti negli ultimi 6 match. Crisi per la squadra di Simone Pavan

92′ gran giocata di Lazzari al limite dell’area. Manarin è costretto a fermarlo e viene ammonito. Calcio di punizione battuto dal numero 10 della Vis che trova il tocco di un giocatore della Virtus.

89′ prova a chiuderla Magrassi ma calcia malissimo. Ottima però la sua partita con tante giocate ad aiutare la squadra

88′ GOL della bandiera della Vis Pesaro. Grandolfo in area pressa e mette in difficoltà Pinton. Retropassaggio del centrocampista della Virtus Verona che finisce in rete. Autugol clamoroso

87′ ammonito Misin per un fallo di frustrazione

86′ azione insistita di Gasperi che riesce a trovare Gasarotto. Tiro che colpisce Paoli, palla in angolo

84′ cambio Virtus Verona. Luigi Fresco toglie uno dei migliori in campo, il capitano Cazzola, inserendo Pinton. Ammonito Paoli

82′ ci avviciniamo alla fine della gara. Che domenica deludente per tutto il popolo pesarese e sopratutto per i 50 tifosi che hanno raggiunto Verona

79′ OCCASIONE clamorosa per la Vis. Gran giocata di Lazzari sulla sinistra che pennella al centro per Grandolfo che da due passi, di testa, spara addosso a Giacomel. Sulla ribattuta Gennari si mangia il gol

77′ anche Paoli ad attaccare l’area della Virtus Verona. Ma la Vis di Pavan non ha idee di gioco. Ultimo cambio, fuori uno spento Rubbo, dentro l’ex di gara Grandolfo

72′ gran tiro di Gennari dai 30 metri con l’esterno. Palla di poco fuori dall’incrocio

71′ doppio cambio della Virtus Verona che inserisce un centrocampista in più. Fuori Odogwu e Danieli, dentro Casarotto e Gasperi

67′ calcio di punizione di Lazzari che cerca sul secondo palo Farabegoli. Il difensore della Vis viene però scavalcato dalla palla che si perde sul fondo. Sul rinvio, ammonito il portiere della Virtus Verona Giacomel per perdita di tempo

64′ cross di Gennari dalla destra, esce male il portiere Giacomel ma Malec non riesce ad approfittarne. A porta sguarnita ci prova Rubbo ma colpisce Danieli

60′ doppio cambio Vis. Pavan toglie Voltan e Pedrelli, dentro Misin e Lazzari

57′ 3-0 VIRTUS VERONA. Vis a pezzi. Calcio d’angolo di Cazzola, Onescu la colpisce di tacco servendo Sirignano che da due passi non ha problemi ad appoggiare in rete. Poco prima ammonito Lelj per la Vis

55′ Vis senza reazione. Manca intensità e voglia di rimontare alla squadra di Simone Pavan

52′ cross di Gennari che trova Malec. Il gigante della Vis prova lo sponda per Voltan, la palla rimane lì ma alla fine ha la meglio la difesa della Virtus Verona spazzando

46′ doppio cambio Vis. Entrano Tascini e Bianchini, fuori Di Nardo e Golubovic. Un cambio anche per la Virtus Verona: fuori Danti, autore del raddoppio e non ancora al 100% della condizione, dentro Manarin

CRONACA PRIMO TEMPO

46′ Quante difficoltà per i pesaresi. Zero idee, pochissimi spunti e poca convinzione. Un primo tempo veramente brutto. Pavan ora negli spogliatoio deve dare la scossa, magari anche con qualche cambio

40′ 2-0 VIRTUS VERONA. Odogwu serve una bella palla per l’inserimento di Danti che si ritrova incredibilmente solo in area e segna in sforbiciata il secondo gol della squadra di casa, il suo primo in campionato. Golubovic forse poteva capire la giocata prima e uscire. Che brutta Vis

38′ Vis che pian piano migliora. Cross di Gennari dalla destra, svetta Ejjaki. Palla alta

36′ OCCASIONE VIS con Rubbo che smista molto bene sull’esterno per Di Nardo. Il giocatore in maglia numero 19 è però egoista: calcia da posizione defilata invece di servire a centro area Malec, ben posizionato

33′ ottima gara di Cazzola nella Virtus Verona. Il capitano oltre al gol sta dando manforte al reparto difensivo con tanto pressing

30′ cross ancora dalla sinistra con Pedrelli che trova sul secondo palo Rubbo. Calcia debole, blocca Giacomel. Sulla destra Di Nardo spinge pochissimo, nonostante nasca come attaccante esterno

25′ fallo in ritardo di Ejjaki ai danni di Danieli al limite dell’area. Danti però calcia malissimo e impatta sulla barriera. La Vis non riesce a giocare. Merito della Virtus Verona di Luigi Fresco che sta giocando bene arrivando spesso in anticipo sulle seconde palle

19′ cross dalla sinistra di Pedrelli, stacca Di Nardo sul secondo palo ma con poca convinzione. La palla finisce alta

17′ Vis spenta, che ha difficoltà a palleggiare con continuità, sopratutto nell’avviare l’azione dalla linea difensiva

14′ VIS vicinissima al pareggio. Cross dalla sinistra di Pedrelli, Voltan calcia ma sulla traiettoria Malec mette il piedone deviando la palla verso la porta. Ottima parata d’istinto da parte di Giacomel

12′ che giocata di Odogwu su Paoli nella zona centrale del campo. Virtus Verona che sta giocando veramente una partita di ottima fattura

11′ VICINA al 2-0 la Virtus Verona. Bella palla sulla sinistra di Odogwu per l’inserimento di Danti che la mette di prima tesa al centro. Per un soffio non ci arriva Magrassi

8′ prova a reagire la Vis. Due tiri dalla distanza: il primo con Di Nardo che calcia debolmente e centrale. Poi sugli sviluppi dell’azione successiva Voltan tenta la botta di mancino ma rimpalla su Sirignano

5′ VANTAGGIO VIRTUS VERONA. Ripartenza della squadra di casa con Danti, poi Magrassi non trova lo spunto, la palla rimane lì al limite dell’area e Cazzola, il capitano, con un gran tiro a giro di mancino la infila nell’incrocio

2′ campo molto secco, la palla rimbalza abbastanza male. Presenti una cinquantina di tifosi pesaresi dietro la porta difesa da Golubovic

VIRTUS VERONA (4-3-1-2): Giacomel, Rossi, Pellacani, Curto, Sirignano; Danieli (71′ Casarotto), Cazzola (84′ Pinton), Onescu; Danti (46′ Manarin), Odogwu (71′ Gasperi), Magrassi. A DISPOSIZIONE: Chiesa, Santacroce, Lavagnoli, Fermo, Da Silva, Pinton, Baravelli, Bridi. Allenatore Luigi Fresco.

VIS PESARO (3-5-2): Golubovic (46′ Bianchini), Lelj, Farabegoli, Gennari; Di Nardo (46′ Tascini), Ejjaki, Paoli, Rubbo (77′ Grandolfo), Pedrelli (60′ Misin), Voltan (60′ Lazzari), Malec. A DISPOSIZIONE: Campeol, Gianola, Romei, Adorni, Gabbani, Pannitteri. Allenatore Simone Pavan.

Arbitro: Maria Marotta (Conti-Cortinovis)

Reti: 5′ Cazzola (VER),  40′ Danti (VER), 57′ Sirignano (VER), 88′ autogol Pinton (VIS)

Ammoniti: Giacomel (VER), Paoli, Lelj, Misin (VIS)

Note: angoli 3-6

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome