Vis, per Di Donato c’è l’aut aut: col Modena servono punti. Sul mercato…

0
Di Donato - Carpi - Padova
Daniele Di Donato durante Vis Pesaro-Cesena 0-2 (foto Vis Pesaro 1898)

Rimediare? Si può. Per invertire una rotta che sta spingendo la Vis Pesaro sull’orlo del precipizio. Sportivamente parlando, sia chiaro. Perché i 18 punti fino a qui collezionati non possono garantire la salvezza, obiettivo primario di una squadra partita con ben altre ambizioni. Un fatto: come riporta Il Resto del Carlino, la sorte di Di Donato sulla panchina biancorossa è legata alla prossima partita, in casa, col Modena. Avversario scomodissimo, vicecapolista del girone e bestia nera dei vissini: 2 incroci in altrettante stagioni che sono valsi 2 sconfitte e 6 reti subite. Il tecnico ascolano è appeso a un filo e solo un risultato positivo con gli emiliani potrebbe consolidare la sua posizione. Tanti, troppi i problemi fino a qui riscontrati, al di là dell’assenza di risultati (8 sconfitte su 12). A questi però è necessario sopperire con un mercato adeguato. Oggettivamente insufficienti gli innesti di Tassi (out), Ndiaye, Ferrani, Di Sabatino e Gucci. Servono acquisti di comprovata qualità e il direttore dell’Area Tecnica Alessio Peroni lo sa. O meglio, ha una settimana per dimostrare di saperlo, perché il 1 febbraio alle 20 il mercato invernale chiuderà i battenti. Senza nuovi elementi di spessore (in porta, in difesa, a centrocampo, in attacco: dappertutto) sarà durissima.

Capitolo squadra. Oggi pomeriggio Gennari e compagni sono alle prese col primo allenamento settimanale, mentre ieri mattina squadra e staff tecnico si sono confrontati negli spogliatoi. Obiettivo: trovare lo spirito giusto per agguantare la salvezza il prima possibile. Che significa trasmettere spirito di appartenenza agli under e dotare di motivazioni un gruppo apparso sfibrato, sfiduciato, senza mordente e con evidenti lacune sul piano del gioco. Di Donato è avvisato. Intanto i tifosi invocano Sandreani (in panchina) e Cangini (nel ruolo di ds)…

MERCATO: ADORNI INTERESSA A RAVENNA E VIRTUS VERONA

Sul fronte mercato, Lorenzo Adorni è finito sul taccuino di Ravenna e Virtus Verona. Come riporta TuttoC, per il terzino classe ’98 da tempo ai margini del progetto tecnico vissino l’interesse dei due club si aggiungerebbe a quello di Cesena e Mantova. Attesi sviluppi nei prossimi giorni.

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome