Vis-Fano, Di Donato: “Lazzari dal 1′? Penso di sì. Marchi in panchina”

0
di donato
Daniele Di Donato, tecnico della Vis Pesaro (foto: Vis Pesaro 1898)

Un derby da vincere. Per classifica, morale e abbrivio. La Vis Pesaro affronta il Fano (domani, ore 17:30) con la consapevolezza di chi deve imprimere una svolta decisiva alla propria stagione. Il clásico in salsa adriatica rappresenta infatti un crocevia di quelli ghiotti e la piazza vissina, squadra inclusa, lo sa. A guidare i biancorossi nel catino bollente (pur senza tifosi) del “Benelli” non sarà però mister di Di Donato (squalificato per due turni) ma il vice Bedetti. Ecco le dichiarazioni del pre partita del tecnico nativo di Giulianova.

 

VIS-FANO: ALLA VIGILIA DEL DERBY PARLA MISTER DI DONATO

DI DONATO SQUALIFICATO, C’E’ IL VICE BEDETTI – “Non è la prima volta che mi sostituisce, è abituato. Non ho alcun tipo di problema a comunicare con lui. Per domani ci stiamo organizzando e lo faremo come abbiamo sempre fatto in queste occasioni.

LA SETTIMANA PRE-DERBY – “La squadra si è allenata molto bene. Sappiamo che è un derby e ci teniamo soprattutto per la gente, per la città di Pesaro. Noi dobbiamo fare un balzo, per noi è una partita importantissima da portare casa

IL PRIMO VIS PESARO-FANO DI DI DONATO – “I derby sono sempre partite a sé. Ho avuto la fortuna di giocarne tanti e so che è una partita da non giocare prima e per la quale non bisogna consumare energie in precedenza. Bisogna poi dare tutto in quei novanta minuti che saranno una battaglia vera. Poi i derby di solito si vincono.

UNA VIS SEMPRE PIU’ PROLIFICA – “Stiamo lavorando per cercare un certo tipo di equilibrio. Quando sono arrivato qui mi dicevano che non si tirava mai in porta. Questo trend si è invertito: ora stiamo facendo circa tre gol a partita e questa è una buona cosa. Oggi dobbiamo lavorare per cercare di prendere meno gol e trovare ancora alcuni equilibri, ma siamo già sulla buona strada. Domani sarà una partita aperta.

FANO INSIDIOSO E ALLA RICERCA DEL PRIMO ACUTO STAGIONALE – “La partita è difficile, dovremmo affrontarla come si affrontano le prime della classe, con la giusta attenzione e determinazione, dando nulla per scontato. Ogni singola partita nasconde delle insidie. Il Fano è una squadra che cercherà in tutti i modi di metterci in difficoltà però noi dobbiamo guardare in casa nostra e cercare di regalare una gioia ai nostri tifosi.

MARCHI IN PANCHINA – “Marchi lo porterò in panchina, si è allenato a parte ma ci può servire. Gli altri suono tutti arruolabili e sono pronti alla battaglia.”

LAZZARI IN CAMPO DAL 1′? – “Flavio si sta allenando bene, sta bene. Penso proprio di sì.

IL PESO SPECIFICO DEI TIFOSI – “Dispiace perché il calcio è fatto di passione. Non avendo i tifosi nella partite ufficiali si perde molto dello spettacolo. E’ un peccato, sperando che si risolva il prima possibile questa pandemia e che i tifosi possano ritornare il prima possibile a tifare la propria squadra. Oggi siamo contenti del fatto che siano venuti a caricarci e a dimostrare di quanto sia importante per tutti la partita di domani.

UN DERBY A PORTE CHIUSE – “Non ho mai giocato derby a porte chiuse. Dispiace perché sono partite della gente, dei tifosi. Sono convinto che i tifosi di Pesaro si facciano sentire al di fuori dello stadio e che ci diano una spinta in più.

DOPO FANO C’E’ L’IMOLESE – “Non mi interessa, non ci penso. sono concentrato sul fano. I ragazzi sanno quello che devono fare. Ho uno staff di prim’ordine di cui mi fido ciecamente. A Imola Dio provvede, oggi pensiamo al Fano e poi da lunedì inizieremo a pensare alla prossima partita.”

I CONVOCATI DI DI DONATO

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome