Vis, il punto sul mercato. Piace l’ex Ravenna Papa: “A Pesaro bel progetto”

0
Papa
Salvatore Papa in azione con la maglia del Ravenna (TeleRomagna24)

Il calciomercato chiama, la Vis Pesaro risponderà. Più che affondare il colpo oggi è tempo di guardarsi attorno. Sfogliare la margherita delle possibilità – “Per ogni ruolo abbiamo 34 opzioni differenti”, ha detto iperbolicamente il dg Borozan solo qualche giorno fa – e filtrare gli obiettivi, tra m’amerà e non m’amerà. C’è tanto da fare in entrata e i biancorossi dovranno farsi trovare pronti.

Infatti, al 13 luglio la rosa di Galderisi conta solo 9 confermatissimi: Puggioni, Lelj, Gennari, Nava, Ejjaki, Lazzari, De Feo, Pannitteri e Marcheggiani. A loro si aggiunge il sicuro partente Voltan (rifiutata la prima offerta del Modena) e i traballanti Golubovic, portiere di rientro dal prestito allo Sloboda Tuzla (Serie A bosniaca), Bianchini e Adorni. Anche quest’ultimo rientrato il 30 giugno dall’Imolese. Le valutazioni da fare sono diverse e legate principalmente a due fattori: il numero di under da schierare e il modulo sul quale vorrà lavorare il tecnico biancorosso.

DIFESA A 3 O A 4?

Probabilmente la Vis cambierà pelle. Addio 3-5-2 o 3-4-3, bentornata difesa a 4. Su questo assunto il ds Crespini – oltre a “solo” un paio di centrali – andrà a ricercare almeno tre terzini. Due under (uno a destra per dare il cambio al titolare Nava, uno a sinistra) e un over titolare da schierare sulla corsia mancina.

Come riserva per la fascia destra resta comunque da tenere in considerazione Lorenzo Adorni, classe ’98. Nel caso in cui i nati nel 1998 dovessero essere confermati come under, l’ex Parma avrebbe qualche chance in più di restare al Benelli. Si vedrà: l’impressione è che il ragazzo partirà in ritiro con la Vis per essere valutato da Galderisi, sarà il mister a decidere del suo futuro.

LA MANO DELLA SAMPDORIA

Per quanto riguarda la questione under, in larga maggioranza arriveranno ovviamente dalla Sampdoria. Con i doriani è stato firmato un nuovo accordo della durata di tre anni “solo pochi mesi fa”, aveva dichiarato sempre il dg Borozan a Solo Vis Pesaro, ma ci sarà di che parlare. Da Via Simoncelli si chiede a gran voce che il livello dei giovani prestati dai blucerchiati rispecchi il valore delle nuove ambizioni della società.

L’obiettivo è costruire una squadra da playoff, quindi serviranno ragazzi pronti per la C. Dei titolari. Diamanti grezzi come D’Amicoala sinistra o trequartista già citato dal ds Crespini -, Bahlouli e Farabegoli. Quest’ultimo si è rivelato uno dei più positivi e il secondo per minutaggio della stagione 19/20 della Vis, sarebbe un ritorno più che gradito.

CERCASI CENTROCAMPISTI, PIACE SALVATORE PAPA

Intanto, l’addio ormai ufficiale di capitan Lorenzo Paoli ha aperto una voragine in mezzo al campo. L’unico centrocampista centrale nell’organico della Vis resta di fatto Yassine Ejjaki, accompagnato dal solo Mattia Gaudenzi (2001). Centrocampista dell’Under 19 che con tutta probabilità si aggregherà alla prima squadra a partire dalla prossima stagione. La società ha inoltre annunciato l’arrivo di un top player per la categoria, ma è chiaro che servirà arrivare a diversi nomi per completare il reparto.

Tra questi torna in auge il profilo di Salvatore Papa. Impiegato spesso come regista o mezzala, si è svincolato dal Ravenna dopo 3 stagioni da titolare in Serie C. L’ultima trascorsa per larghi tratti con la fascia da capitano al braccio. Il suo contratto è decaduto al momento della retrocessione dei romagnoli, capitolati in D dopo la doppia sconfitta nei playout contro il Fano. Papa piace fin dalla passata stagione, era un obiettivo concreto. Conosce bene Tommaso Lelj e apprezza la piazza:Mi piacerebbe venire a Pesaro – ha detto a Solo Vis -. Tommaso (Lelj, ndr) me ne ha parlato positivamente, da voi si fa calcio ‘per bene’. Ho visto che per questa stagione stanno imbastendo un progetto importante, ma per ora non ho sentito nessuno della Vis”.

Più che sul valore del giocatore, in Via Simoncelli si sta riflettendo sulla sua integrità fisica. La scorsa estate Papa ha subito un’operazione all’anca che l’ha tenuto fuori per 40 giorni, anche se poi non ha più avuto problemi (tranne qualche fastidio al ginocchio) per tutto il resto del campionato. Ergo, non dovrebbe essere un ostacolo insormontabile. Al rientro delle vacanze l’ex giallorosso deciderà il da farsi: “So di alcuni interessamenti, ho fatto qualche chiacchierata, ma niente di che per ora”.

ARMA O MARCHI PER L’ATTACCO, BENEDETTI SI DEFILA

Anche l’attacco ha bisogno di rinforzi. Oltre alle ali offensive e al partente Voltan, c’è solamente una punta centrale: Francesco Marcheggiani. A lui verrà affiancato un over di alto livello. I due nomi più caldi sono quelli di Rachid Arma ed Ettore Marchi, con il primo in vantaggio per via della propria situazione contrattuale (è svincolato) e per i buoni rapporti tra il suo entourage e la Vis Pesaro.

Chi invece potrebbe sfumare definitivamente è Federico Benedetti. Di proprietà del Trestina, il classe 2001 ha sorpreso nel Girone E di Serie D con 5 gol e 6 assist. Uno score che ha impressionato i biancorossi e che, al contempo, ha fatto impennare il valore del suo cartellino. In soldoni: il Trestina chiede troppo. Nel caso in cui dovessero abbassare le pretese, allora la Vis potrebbe tornare all’assalto. M’amerà o non m’amerà? È ancora presto per le prime sentenze.

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome