Dalla Vis al Lecce: la parabola di Massimo Augusto e Armando Guei

0
Massimo Augusto
Massimo Augusto

C’è un sottile filo rosso che lega Vis Pesaro e Lecce. Non solo per la parziale consonanza dei colori sociali. Ma anche per il percorso intrapreso da Massimo Augusto e Armando Guei Monhesia. Il primo sulla panchina, il secondo in campo. Prospettive di ascesa nutrite dalla brezza adriatica. Augusto, tecnico forgiato tra Lodigiani e Sampdoria (Primavera più Under 15), la scorsa stagione ha guidato la Berretti biancorossa. Con uno stile di gioco riconoscibile, mentalità e risultati. Quelli che hanno portato i vissini a un passo dalla promozione nella futura Primavera 3. La rescissione e l’arrivo dell’ex Gubbio Alessandro Sandreani hanno scompaginato le carte e a quel punto per il trainer romano si sono aperte le porte del Lecce. Quello di Re Mida Pantaleo Corvino, cavallo di ritorno dopo anni tra Fiorentina e Bologna. In Salento Augusto avrà il compito di valorizzare talenti in un torneo competitivo come quello di Primavera 2. Dando continuità al corso di Sebastiano Siviglia, con cui i pugliesi hanno sempre centrato i playoff.

Armando Guei Lecce
Armando Guei all’Under 17 del Lecce (foto Elle Sport Scouting)

IN SALENTO ARRIVA L’ATTACCANTE CLASSE 2004 ARMANDO GUEI

Tra qualche anno varrà 10 milioni, il ragazzo è forte. Questa è la prima corvinata“. Chi lo ha detto è il numero uno di Sportitalia Michele Criscitiello. A chi si riferisce? Ad Armando Guei Monhesia, classe 2004, attaccante, la scorsa stagione in forza all’Under 16 biancorossa (in prestito dall’Ascoli). E non è un profilo che può passare inosservato, soprattutto se scelto da chi nel corso della sua carriera ha scoperto i pari ruolo Miccoli, Bojinov, Vucinic, Chevanton, Ljajic e Osvaldo. Velocità, resistenza, altezza (1.91 m, ndr) e tecnica al servizio dell’Under 17. Ma con prospettive di Primavera, dopo essere arrivato con un contratto annuale per una cifra attorno ai 50 mila euro. Lungimiranza targata Vis (e dell’ex responsabile del settore giovanile Lucio Bove). In attesa di nuovi talenti da crescere in casa, valorizzare e lanciare tra prima squadre e palcoscenici di assoluto spessore.

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome