Vis Pesaro, in attacco una rivoluzione copernicana nel segno del 3-5-2

0
Gubbio-Vis Pesaro 1-1
Gubbio-Vis Pesaro 1-1 (foto Vis Pesaro 1898)

Se non sarà rivoluzione copernicana, poco ci manca. Sì, perché dalle parti di via Simoncelli l’intenzione è quella di rifondare un reparto offensivo che, conti alla mano, ha portato in dote solo 19 reti. Obiettivamente poche, ma, come canta Dutch Nazari, “le delusioni sono relative, perché vanno pesate al netto delle aspettative”. Da Marchi ci si attendeva una stagione a ridosso della doppia cifra, De Feo avrebbe meritato un minutaggio più corposo, Germinale e Marcheggiani non hanno inciso in termini realizzativi. Tasselli frutto di due gestioni diverse: Di Donato ha spremuto quello che poteva spremere, e alla fine è arrivata la salvezza. Poco male, in fin dei conti. Ora tutto ruota attorno all’idea di gioco di mister Banchini, quel 3-5-2 che ha nella verticalità un mantra già ripetuto in riva al Lario. E la scelta di De Respinis va in questo senso.

IMPERATIVO? SFOLTIRE IL REPARTO AVANZATO. NON SENZA QUALCHE DIFFICOLTA’

De Feo e Germinale sono i primi indiziati per un addio dopo il 30 giugno, così come Germinale, tutti e tre con contratti fino al 2022 e fuori dai piani della Vis Pesaro che verrà. Un altro anno di contratto ce l’hanno anche Marchi e Gucci: il primo si è avvicinato a casa e una nuova destinazione dovrà tenere conto di questo; il secondo non è escluso che possa rivelarsi pedina di scambio a mercato inoltrato. Difficile la permanenza di Pannitteri: il classe ’99 potrebbe non adattarsi al modulo scelto dal trainer di Vigevano. Chi potrebbe riscontrare lo stesso problema è Blue Mamona, in prestito alla Vastese nella seconda parte di stagione (8 reti in 20 presenze). Per lui potrebbero spalancarsi le porte di un ulteriore prestito, ma siamo ancora nello spettro delle ipotesi.

ASSE VIS PESARO-EMPOLI PER CANNAVO’

La Vis proverà a ripartire da Cannavò. L’attaccante palermitano di proprietà dell’Empoli è appetito da società di categoria superiore (Vicenza su tutte), ma i biancorossi contano di riottenere il prestito del giocatore. Qualche giorno fa ha dichiarato a Il Resto del Carlino: “In caso di C scelgo Pesaro a priori”. Tradotto: se non sarà Serie B con un minutaggio adeguato, per lui si spalancheranno ancora le porte della città di Rossini.

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome