Vis Pesaro, Crespini: “Con questi protocolli non è possibile riprendere”

0
crespini
A sinistra il ds Crespini con il co-presidente Marco Ferri.

Essere un direttore sportivo al tempo del Covid-19. Il pallone non rotola più in quasi tutti gli stadi del pianeta, parlare di ripresa è come una partita di poker. Puoi avere in mano ogni soluzione possibile, ma c’è un’avversario di fronte che fa ancora paura. E allora tra chiamate a procuratori, “per sistemare qualche faccenda in scadenza” e un ripasso generale della materia a forza di video e repliche di partite, il diesse della Vis Pesaro Claudio Crespini ha raccontato a SoloVisPesaro il momento che sta vivendo. Nella sua abitazione ad Urbino, in attesa del via libera per poter un giorno tornare sul campo.

Penso chedice il diesse Crespinicon l’attuale protocollo sanitario sarà difficile addirittura per i club di Serie A pensare di poter riprendere nell’immediato. Figuriamoci in Serie C. In Italia, ma è un discorso estendibile a tanti settori sociali, è stata tenuta la linea prudente a rischio 0. Con questa linea, che piaccia o no, il pallone non può ripartire. E’ un dato di fatto. In Francia hanno chiuso la Ligue One, da noi avremo indicazioni più precise il 7 maggio. Prima di quella data si possono fare soltanto supposizioni. Ho sentito qualcuno che proponeva di finire questa stagione in autunno, per poi ripartire con la prossima da gennaio. E’ chiaro però che tutto sarà subordinato alla situazione sanitaria“.

Inevitabilmente la Serie C vivrà di riflesso da quello che verrà deciso ai piani alti. In queste settimane si sono discusse diverse proposte, tra cui quelle dei criteri di promozioni e retrocessioni. “La Serie C comincerà quando ci sarà sicurezza sociale. Questa è una mia opinionecontinua il diessema la situazione è ancora grave se muoiono 300 persone al giorno. Penso che questa stagione sia chiusa, dovendo però ancora definire diversi verdetti, ma anche la prossima inizierà in ritardo“.

Per alleviare questa astinenza da pallone, ci si reinventa. “Sto guardando diverse partiteconclude Crespinisu Wyscout direttamente dal divano. In più questi sono giorni in cui si parla tanto con i procuratori, non credo che in C ci saranno tanti scambi come è ipotizzabile nelle altre categorie superiori. Sento anche i nostri calciatori, fortunatamente stanno tutti bene“.

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome