Vis Pesaro, Della Latta per il centrocampo: ma quanta concorrenza

0
Della Latta
Simone Della Latta in azione con la maglia del Piacenza (Foto: Francesca Podrecca)

“Un top a centrocampo”. L’ha preannunciato il ds Crespini, e serve un po’ a tutta la piazza. Dopo l’addio di Paoli e la conferma di solo un centrocampista centrale per la prossima stagione (Ejjaki, con Lazzari pronto a fare il trequartista nel 3-4-1-2 di Galderisi), la Vis Pesaro avrà il compito di ricostruire interamente la zona nevralgica del campo. Servono quantità – in senso tecnico e letterale – e qualità. Serve il grande nome per la categoria: uno come Simone Della Latta.

L’interesse della Vis per l’ormai ex Piacenza è stato portato alla luce da Il Resto del Carlino. Ventisette anni, 265 presenze tra i professionisti (tra Serie C, Coppa Italia e playoff), 22 gol. A questi Della Latta ha sempre aggiunto intensità in fase di non possesso e discreta tecnica. Diventerebbe a tutti gli effetti l’alter ego di Paoli. Interno di centrocampo, mediano, centrale di difesa. Addirittura esterno destro in caso di necessità. Ha gamba, sarebbe un jolly importante. E infatti la concorrenza non manca.

LE SIRENE DALLA B E GLI AMMIRATORI DALLA C

Le ultime tre stagioni trascorse a Piacenza hanno fatto lievitare il prezzo del cartellino del classe ’93, valutato ad oggi attorno ai 350 mila euro. Un dato effimero. Il suo contratto con gli emiliani, in scadenza a giugno 2020, è decaduto a maggio a seguito delle pesanti ripercussioni della pandemia da coronavirus. Piacenza è stata una delle città più colpite dall’emergenza, e la stessa società sta vivendo un periodo di crisi con la cessione delle quote del presidente Gatti al suo vice Roberto Pighi. La squadra è stata smantellata, i playoff – raggiunti sulla carta grazie al 7° posto nel Girone B – abbandonati. Della Latta risulta dunque senza contratto e libero di scegliersi il proprio futuro, tra Serie B e C.

Già un mese fa si parlava di sondaggi dalla cadetteria per il viareggino. Cresciuto nelle giovanili dell’Empoli, Della Latta si è poi diviso tra Gavorrano, Viareggio, Pontedera, Grosseto e Piacenza senza mai riuscire a compiere il salto di categoria. Per questo starebbe aspettando una chiamata dalla B, dove non mancano gli ammiratori. E dove salirà anche una tra Reggiana e Bari (finale playoff in programma il 22 luglio), entrambe interessate al giocatore. Il Padova di Mandorlini e il Modena dell’ex ds del Piacenza, Luca Matteassi, risultano invece le dirette concorrenti della Vis Pesaro dalla Lega Pro. Sarà una lotta. Arrivare al grande nome per il centrocampo costerà inevitabilmente qualche camicia sudata al ds Crespini: per uno come Della Latta, però, potrebbe valerne la pena.

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome