Vis Pesaro, dietro alla facciata si sogna un ultimo grande botto di mercato

0
Manca poco meno di un mese al gong di chiusura del mercato per la Vis Pesaro (crediti: Vis Pesaro)

Ultime Ventiquattro ore a tinte biancorosse per la città di Pesaro. Proprio ieri sera, dalle 9 a Rocca Costanza, andava in scena la presentazione della Vis Pesaro 2020/2021. Una serata che ha visto coinvolte oltre 500 persone, tra i 400 posti a sedere alla Rocca, e tra chi si è fermato di sopra a incitare con cori e applausi. Dal sindaco Matteo Ricci, passando per il conduttore Christian Ginerpo, fino agli stati generali capeggiati dai presidenti Mauro Bosco e Marco Ferri.

Una serata che ha presentato alla città quelli che saranno i calciatori privilegiati ad indossare questa maglia ultracentenaria. Presentata anche lei, nelle 3 diverse versioni -biancorossa, bianca e rossonera-. Tra cui spicca la prima, con un ritorno al passato con le classiche righe biancorosse in sequenza, firmate Macron. Presentata anche la rosa composta al momento da 28 giocatori, 21 inseriti all’interno della lista bloccata dei 22, e 7 fuori conteggio per l’età (Under dal 2001). Tra i primi 21 anche Lorenzo Adorni, terzino dato per partente da inizio mercato. Crespini non ha fretta e valuterà nelle prossime settimane la soluzione più efficace. Con quest’uscita, che era comunque prevista, la soglia dei giocatori in lista si abbasserebbe a 20 su 22. Un numero che lascia ben presagire a delle sorprese. Ma entriamo nel merito dell’articolo.

Le parole di Bosco e Crespini, da “restiamo alla finestra” a “avrei difficoltà a migliorare ancora”

Dalla presentazione di ieri sono arrivate, anche tra le righe, delle indicazioni interessanti in chiave calciomercato. Per primo il presidente Bosco, che si è fermato con i giornalisti elogiando il lavoro fatto fino a questo momento: “Abbiamo costruito una grande squadra, dal punto di vista umano e tecnico. C’è consapevolezza di aver lavorato bene, convinti di aver costruito qualcosa di importante. Il campo sarà il giudice supremo ma siamo convinti di esserci mossi bene. Sul mercato ancora c’è tempo per ragionare, lo spazio al momento non ne vediamo. Anche Crespini ha detto che sarebbe difficile individuare carenze in una squadra che riteniamo completa. Restiamo alla finestra, perché non si può mai sapere“. Gli fa eco anche Crespini, con un più marcato e incisivo: “Farei fatica a migliorare ancora“.

C’è tempo ma non spazio quindi, anche se di spazio come abbiamo scritto sopra di spazio ce ne sarebbe. Perlomeno per un altro over. E su questa direzione, secondo quanto abbiamo raccolto da fonti esterne, che la società si starebbe muovendo. Sondando con calma il terreno a caccia dell’occasione last minute. Un profilo importante, che non ha trovato ancora squadra. Il “si fa fatica a migliorare“, può anche voler dire che per farlo si deve andare soltanto su un certo tipo di calciatori. Quelli forti veramente. Perché i biancorossi di oggi, i famosi privilegiati, non scherzano più. Una squadra forte e compatta, come si è visto dalle prime uscite amichevoli. Proprio come alle feste di quartiere, gli ultimi botti sono quelli più intensi e sorprendenti.

Vi dice qualcosa un certo Flavio Lazzari? Arrivato due estati fa sul finire del calciomercato. La storia ha poi raccontato quello che sarebbe diventato con questa maglia l’indiscusso dieci biancorosso. Che, tra parentesi, dovrebbe essere tirato a lucido con la settimana che viene.

Sempre secondo quanto abbiamo raccolto in questi giorni, piacerebbe ma non solo a Pesaro il centrocampista svincolato dall’Imolese, Luca Belcastro. Regista avanzato che ha fatto passi da gigante nelle ultime tre stagioni in Serie C. Classe 1991, vivaio Juventus, oggetto del desiderio di tanti club, in primis la Carrarese. La Vis Pesaro rimane “alla finestra“.

Una cosa è certa. Se ultimo colpo sarà, il si definitivo dovrà essere di mister Giuseppe Galderisi. Che in queste settimane è al lavoro costantemente per trovare la giusta quadra di un gruppo nuovo ma già affiatato. Un sondaggio era stato fatto anche per Maikol Negro, classe ’88, ex Lecco. Ma è notizia di questo pomeriggio il suo passaggio, per la prima volta in carriera, in Serie D. Vestirà la casacca del Casarano.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome