Vis Pesaro e divise: mai una vittoria in maglia blu, due gioie in bianco

1
Le tre divise Vis Pesaro, utilizzate nella stagione 2019-2020 (crediti foto Filippo Baioni)

La stagione che verrà, quella targata 2020-2021, sarà la terza consecutiva in Serie C per la Vis Pesaro. Ma anche la seconda vestendo Macron, lo sponsor tecnico che rappresenta il club di via Simoncelli dall’estate del 2019. Nella prima annata marchiata dal brand bolognese la Vis Pesaro ha indossato tre divise: la classica biancorossa a bande verticali e le tenute da trasferte monocolore, la seconda bianca e la terza blu.

Proprio con quest’ultima sono arrivati i risultati peggiori. Sei volte ha vestito i giocatori fuori dal Tonino Benelli, sei volte la Vis Pesaro non ha vinto. Precisamente: un pareggio (0-0) sul campo della capolista Vicenza (poi volata in Serie B) e cinque sconfitte, incassando 13 gol e segnandone solo uno. Dal “suicidio” a Rimini (1-0) del 2 novembre, passando per la rimonta subita a Reggio Emilia (2-1, 17 novembre) e arrivando al 2020, con tre pesanti sconfitte: 2-0 a Bolzano e il doppio 4-0 tra Trieste e Padova, costato l’esonero a mister Simone Pavan.

LE GIOIE A FANO E SAN BENEDETTO CON LA MAGLIA BIANCA

Se la divisa da trasferta blu è stata “sfortunata”, la maglia bianca segna un 50/50. Utilizzata quattro volte ha visto vincere la Vis Pesaro due partite e altrettante perdere. Cadute a Ravenna e Verona (Virtus), festeggiamenti nei derby di Fano e San Benedetto del Tronto, con Misin, Lazzari e De Feo “eroi” di due delle vittorie più belle della stagione.

Nelle altre quattro trasferte giocate è stata usata la prima divisa ufficiale, la maglia biancorossa, classica tenuta casalinga. E proprio con i colori storici del club è arrivata la bellissima vittoria a Cesena, prima partita fuori casa della stagione da poco conclusa. Poi, in ordine cronologico, la brutta sconfitta a Modena, il pareggio a Salò e l’ultimo punto utile dell’annata, l’1-1 a Fermo valso la salvezza.

IL TREND CASALINGO VESTE BIANCOROSSO

Spiegate le 14 gare in trasferta, nelle 13 in casa (16 punti conquistati) mai è stata toccata “la prima sacra divisa biancorossa”, citando il direttore generale Vlado Borozan, intervenuto sul tema divise lo scorso 6 novembre in un articolo di SoloVis. In quell’occasione il dg della Vis Pesaro spiegava anche la scelta di legarsi a Macron dopo la scadenza del contratto con Errea. Stessa sorte per la Sampdoria che dalla stagione 2020/2021, terminato il contratto con Joma, passerà a Macron.

Al Tonino Benelli risplendono quindi i colori bianco e rosso. Mister Giuseppe Galderisi non si è ancora mai seduto sulla panchina di casa in un incontro ufficiale e la prossima stagione per lui sarà “la prima volta”. I colori ufficiali del club li ha visti solo nella trasferta di Fermo e le divise bianca e blu rappresentano ormai il passato. “Magari recuperiamo la maglia bianco celeste del centenario“, spiegava mesi fa Borozan.

La prossima stagione potrebbero esserci quindi delle novità per le divise della Vis Pesaro. In attesa, a detta di tanti tifosi, di uno store ufficiale (la Macron lo ha) o di un punto vendita allo stadio. Ma anche di un semplice collegamento sul sito ufficiale che permetta di acquistare il completo da gioco, la sola maglia, un pantaloncino o i calzettoni. Provate a cercare su Google le parole “merchandising Vis Pesaro” e capirete quanto “è difficile trovare online materiale ufficiale biancorosso”, spiega un tifoso che voleva comprare una maglia da regalare. E cliccando sui filtri “notizie”, “immagini” o “shopping” la situazione non cambia.

Attualmente l’unico store via web reperibile è quello appoggiato alla piattaforma Golee, dove si possono acquistare diversi oggetti con lo scudetto Vis Pesaro: parastinchi, scaldacollo, cover, portasigarette e beauty case. Ma non la divisa ufficiale.

1 COMMENTO

  1. Bell’articolo! È ora di fare valore anche alla maglia “storica”, da fare produrre con estrema cura nei dettagli, ed è ora che il sito sia degno di tale nome. Quello attuale è scarno, mai aggiornato, senza neanche una sezione shop. Sveglia!

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome