Vis Pesaro, ecco la situazione contratti in scadenza al 30 giugno

0
Lorenzo Paoli, capitano della Vis Pesaro

La Serie C riparte? La stagione sarà terminata o ci sarà spazio solo per play-off e play-out? Almeno fino a domani questi resteranno degli interrogativi, anche se i club di terza serie sono arrivati ad un accordo di massima. Che abbiamo trattato nell’articolo uscito ieri sera. Domani appunto, giovedì 28 maggio, data in cui la FIGC si ritroverà faccia a faccia con il Governo. Dalla riunione di domani presumibilmente verrà fuori la data (13 giugno?) di ripresa per la Serie A. La Serie C intanto ha in programma un altro incontro, il 2 giugno, con la federazione per mettere nero su bianco il tipo di ripartenza che sarà.

Un nodo importante, su cui si è espressa anche la FIFA, è la situazione contratti e prestiti in scadenza al 30 giugno 2020. Sono 55 i calciatori di A in scadenza, 90 quelli di B, e quasi il 75% di tutti i contratti di Serie C. Senza contare i prestiti tra club. La FIFA ha già detto “di suggerire un prolungamento naturale per due mesi, fino al termine della stagione“. Ma in merito in Italia ancora non c’è una norma o un accordo condiviso.

Anche la Vis Pesaro fa i compiti a casa. Come ci ha già anticipato, nell’ultima puntata della nostra trasmissione “L’Isola dei Tifosi“, il capitano biancorosso Lorenzo Paoli. Anche lui in scadenza al 30 giugno, a sole 7 presenze che lo porterebbero ad essere il calciatore all-time con più partite nella ultracentenaria storia della Vis. “Avevo avuto dei contatti con la società, ma capisco che al momento le priorità siano altre -aveva dichiarato Paoli a SoloVisPesaro- però credo ci sia la voglia da entrambe le parti di continuare insieme“.

La Vis Pesaro ha 27 giocatori attualmente in rosa, di cui 8 prestiti da Sampdoria(6), Chievo (Ngissah) e Monza (Di Munno). Ne rimarrebbero quindi 19, di cui ben altri 8 in scadenza a giugno 2020. Tra questi, oltre al capitano Lorenzo Paoli, ci sono il portiere Serraiocco, il difensore Gianola, i centrocampisti Misin, Rubbo e Botta, e gli attaccanti Malec e Pannitteri. Ma la proprietà di Mauro Bosco ha già dimostrato di voler guardare al medio periodo, concedendo ai giocatori presi nelle ultime due sessioni di mercato contratti pluriennali.

Ad iniziare da Tommaso Lelj, arrivato a dire il vero prima del presidente Bosco, che scade nel 2021. Stessa data anche per i portieri Puggioni e Bianchini, il difensore Gennari, il terzino Nava, i fantasisti Lazzari e Voltan. Tutti a fine contratto a giugno 2021. Gli ultimi due fuochi d’artificio invece, al secolo Gianmarco De Feo e Francesco Marcheggiani, hanno stabilito un record dalle parti di via Simoncelli. Il loro contratto è un’anomalia per la Serie C, visto che arriva fino a giugno 2022.

 

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome