La Vis Pesaro femminile non si ferma: in campo tra protocolli e passione

0
Vis Pesaro femminile
Foto Vis Pesaro 1898

La Vis Pesaro femminile l’anno scorso è stata penalizzata dal Covid-19. Il motivo? A causa dello stop del campionato ha chiuso il proprio girone con una gara in meno rispetto alle altre. Che significa terza posizione sul podio a -1 dalla Sambenedettese. Anche quest’anno le ragazze biancorosse devono aspettare a battere il calcio d’inizio. Gli obiettivi prefissati per questa nuova stagione dovranno ancora attendere, ma nel frattempo le vissine continuano a lavorare duro, nella speranza di una ripresa futura. Le ambizioni e i sogni restano, mentre è ancora più alta la speranza di poter continuare a lottare per il sogno Serie C.

 

QUATTRO CHIACCHIERE CON…GIULIA LEE (DIFENSORE)

La sensazione principale? “Tristezza e dispiacere sono le emozioni che prevalgono – racconta Giulia Lee, difensore della formazione di mister Gianfranco Ceccarani – Dispiace perché le partite sono la parte più divertente, quella in cui possiamo dimostrare sul campo il lavoro e l’impegno della settimana. Si parlava da un po’ di una seconda ondata quindi non è stata una notizia inaspettata e anche se ci alleniamo con le giuste precauzioni al campo c’è sempre un forte rischio.

“Vorrei anche solo poter giocare una partitella tra noi ragazze alla fine degli allenamenti, sarebbe già un bel traguardo – conclude Giulia Lee a SoloVisPesaro per i prossimi mesi quindi la squadra spera di poter tornare ad allenarsi normalmente e di poter rivivere le emozioni di giocare qualche partita prima dell’estate.

Gli allenamenti continuano nel rispetto del protocollo anti-Covid: l’orario di inizio è stato anticipato per le ragazze che vengono da più lontano, inoltre all’ingresso al campo è obbligatorio misurare la temperatura e firmare l’autocertificazione. All’appello manca la classica partitella: non sono permessi esercizi di contatto. Tanto spazio viene infine dedicato a tecnica e preparazione fisica.

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome