Vis Pesaro, Galderisi post Modena: “Arriveranno tanti gol, sono straconvinto”

0
Mister Galderisi a colloquio con il suo vice, Daniele Cavalletto

Una sconfitta che fai fatica a mandare giù. Vis Pesaro che esce sconfitta dal Braglia di Modena con un ingeneroso 3-1. Stesso risultato della passata stagione. Frutto di episodi, dettagli. Che a questi livelli fanno la differenza. Mister Giuseppe Galderisi nel post gara analizza la sconfitta. Seguendo una linea. Non recriminare tanto sull’episodio sfavorevole (arbitrale o tecnico), guardare più “ai gol che potevamo fare, piuttosto che quelli subiti“. La costante della “crescita come prestazione” a delle sbavatureancora da migliorare“. La Vis Pesaro deve metabolizzare in fretta, mercoledì è già tempo di andare a Ravenna.

Anche l’autore del gol biancorosso Ettore Marchi ha rilasciato delle dichiarazioni prima di salire sul pullman che ha riportato la squadra a Pesaro. Parole a cui fanno eco quelle del diesse Claudio Crespini, che abbiamo sentito personalmente.

Le parole di mister Nanu Galderisi: “Lavoriamo per crescere anche da queste partite”

Ci sono due aspetti da vederedice Giuseppe Galderisi-, come la squadra sta crescendo e la voglia di essere propositivi. Giocare sempre per fare il massimo. Dobbiamo mettere a posto tante cose, dalla condizione fino ad alzare qualità e concretezza. Il Modena certe partite le porta a casa, quindi siamo noi che dobbiamo alzare l’asticella. I gol arriveranno, e tanti. Sono straconvinto perché abbiamo le potenzialità per farlo“.

Il tecnico biancorosso, alla domanda su come mai per la seconda partita di seguito abbia utilizzato 6 under, risponde senza giri di parole: “Questa è una squadra costruita sugli under, ne abbiamo 15. Gennari non stava bene, è rientrato oggi. Con 3 partite in una settimana cerco di dargli minutaggio. Il presidente, nonostante abbia dichiarato certe cose, mi ha dato carta libera sulle scelte. Io non scelgo gli under per fare un piacere alla società, perché non mi viene imposto questo. La società vuole che io scelga i migliori“.

Tra le varie ingenuità commesse, il mister si concentra di più su quelle sotto porta: “Il primo gol preso non è colpa solo di Brigani perché è un errore di squadra che comprende anche il centrocampo. Si impara e si cresce anche così. A me non è stato chiesto di vincere il campionato, ma di lavorare bene con i giovani alzando l’asticella a livello professionale e mentale. Dobbiamo buttare la palla dentro, ne ho contate 4/5 pulite di occasioni. I piccoli si attaccano agli alibi. Non mi interessa del gol non concesso a Marchi. Tra 3 giorni abbiamo una squadra diversa, su un campo difficile. Dobbiamo proseguire per la nostra strada“.

Infine un appello ai tifosi pesaresi: “Io vorrei solo -conclude il mister- che a Pesaro fossero orgogliosi della prestazione che hanno visto. Poi le cose si mettono a posto, perché alla prossima Ettore fa 3 gol. Cannavò, Birignani e Stramaccioni hanno anche loro avuto occasioni. Noi dobbiamo rendere orgogliose le persone che ci vogliono bene, lavoreremo per mantenere una costante crescita. Non dobbiamo subire le difficoltà, ma affrontarle“.

Ettore Marchi, prima rete in biancorosso. Smorzata da risultato e episodi.

Il primo gol che mi hanno negato -commenta a caldo il numero 7 Marchi- è un errore grave. Perché la partita sarebbe andata in maniera diversa sul 2-1 per noi.  C’è rammarico perché abbiamo fatto una buona gara, tolti i primi dieci minuti dove eravamo un po’ contratti, contro un avversario di tutto rispetto. Quello che non mi spiego è la posizione del guardalinee, troppo indietro nell’azione. Così anche una decisione semplice diventa difficile. Non ho capito neanche il motivo del fischio in occasione del mio secondo gol annullato. Non possiamo soffermarci soltanto su operato arbitrale, all’interno della partita dobbiamo analizzare ciò che a livello di squadra non è andato bene“.

Screenshot del gol fantasma non concesso alla Vis Pesaro. (crediti: Pu24)

Il diesse Crespini: “Fai fatica a commentare un risultato così”

Intercettato telefonicamente, in esclusiva per SoloVisPesaro, anche il diesse Crespini. Deluso dal risultato, non dalla prestazione: “Si fa anche fatica a commentare una gara così condizionata dagli episodi. Peccato, eravamo messi bene in campo contro un avversario di livello. Non mi capacito sui due gol annullati, il primo era dentro di un metro mentre nel secondo il fischio in mischia mi è sembrato molto generoso“.

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome