Vis Pesaro, giusto rinviare il derby. Nove gare in 30 giorni

0
Vicenza
I tifosi della Vis Pesaro al Tonino Benelli

Non si gioca neanche domenica. Ufficiale il rinvio di Vis Pesaro-Fano, che sarebbe stata giocata a porte chiuse l’8 marzo ma viene ufficialmente spostata al 15 aprile. Una decisione sacrosanta, perché un derby senza tifosi è come un barattolo di Nutella senza Nutella. Privo di senso. Un rinvio che però si aggiunge a quelli già decisi in precedenza. Se la partita con la Virtus Verona verrà recuperata il 18 marzo, quella contro il Piacenza cambia di nuovo data e passa al primo aprile.

Il risultato saranno 11 partite tra il 14 marzo e il 26 aprile, senza contare eventuali play-off o (si spera di no) play-out. Il dato più clamoroso sono le nove gare tra il 14 marzo (Gubbio-Vis Pesaro) e il fatidico 15 aprile (giorno del derby contro il Fano). Una situazione che non riguarda soltanto i biancorossi ma tutte le formazioni del girone b di Serie C. Qualcuna anzi dovrà recuperare anche il 27esimo turno, con 12 partite da qui a fine aprile.

Si inizierà come abbiamo detto da Gubbio (14 mar), quattro giorni dopo in casa contro la Virtus di Gigi Fresco (18 mar) e altri quattro giorni più tardi sempre in casa contro il Rimini (22 mar). Il 25 marzo i biancorossi saranno a Imola mentre il 29 marzo la Vis ospiterà in casa la lanciatissima Reggiana di Alvini.

Mese di aprile con 6 partite: si comincia il primo del mese a Piacenza, il 5 trasferta a Vicenza contro l’Arzignano. L’11 a Pesaro arriverà il Modena di Mignani, mentre il 15 è il giorno del derby. Chiudono la stagione regolare Carpi-Vis Pesaro (19 apr) e Vis Pesaro-FeralpiSalò il 26. Un vero e proprio tour de force, nel quale Galderisi avrà bisogno di tutta la rosa a disposizione. Per questo i recuperi di Lazzari, Puggioni, Botta, Rubbo e Gianola sono vera e propria manna dal cielo.

Vis Pesaro-Fano: tutelata società e tifosi

Diciamocelo. Il rinvio del derby mette tutti d’accordo. Chiaramente nessuno avrebbe voluto che una partita del genere fosse stata disputata a porte chiuse, anche se il calendario dei biancorossi verrà intasato nelle settimane decisive. Ci aspettano due mesi di fuoco e partite, dopo la sonnolenza di questi ultimi due week-end. La Vis Pesaro tornerà in campo fra 13 giorni, in questo periodo avrà tutto il tempo per recuperare al meglio tutti i giocatori che vengono dagli infortuni. La società già ieri si era detta contraria ad una soluzione a porte chiuse, oggi è arrivata l’ufficialità. Intanto i calciatori oggi sono ancora a riposo, in attesa di riprendere domani gli allenamenti sul campo. Il derby si farà con i tifosi, il campionato sarà più acceso ed equilibrato. Tutti non vedono l’ora di tornare alla normalità e ricominciare a respirare l’odore dell’erba e dei gradoni della domenica.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome