Vis Pesaro, il Benelli riapre… ma solo agli abbonati. È già “sold out”

0
Vis Pesaro-Ascoli
Le squadre schierate in campo prima del fischio d'inizio di Vis Pesaro-Ascoli.

Insomma, bravo chi ci ha creduto fin dall’inizio. A scatola chiusa e con la curva dei contagi da coronavirus in inquietante rialzo. Poco importa se, da un lato, lo stadio è forse uno dei luoghi meno a rischio contagio e dall’altro la voglia di Vis Pesaro – dopo oltre 7 mesi di astinenza – si era fatta incontenibile. Nel giro di una manciata di giorni la società di Via Simoncelli ha staccato 440 abbonamenti. Un numero consistente. Specialmente considerando il poco tempo a disposizione per sottoscrivere la tessera e la quota massima fissata a 1000. Solo una svista della precedente governance della Regione Marche ha impedito agli oltre 400 fedelissimi biancorossi di presenziare già per la gara contro il Matelica. Ora il nuovo Dpcm emanato dal governo ha (parzialmente) sistemato le cose.

L’attuale decreto del governo Conte bis, valido dal 14 ottobre al 13 novembre, prevede infatti che gli stadi per le competizioni all’aperto possano ospitare un numero di spettatori pari al 15% della loro capienza. Che nel caso del Tonino Benelli significa proprio 450 posti: giusti giusti, quelli riservati agli abbonati. Come riporta Il Resto del Carlino, la Vis Pesaro ha quindi provveduto alla – momentanea – chiusura della campagna abbonamenti, così da evitare spiacevoli surplus di tessere che avrebbero costretto qualcuno a rimanere a casa.

Premiata dunque la fiducia dei primissimi tifosi vissini ad abbonarsi. A meno di beffarde ulteriori restrizioni decise dalla Regione Marche, la Vis scenderà nuovamente in campo per una gara ufficiale davanti al proprio pubblico a 8 mesi di distanza dall’ultima volta (Vis Pesaro-Vicenza 1-1, era il 9 febbraio). Va ricordato che, in realtà, circa 400 tifosi hanno assistito al primo test precampionato contro l’Ascoli del 6 settembre scorso. Un esempio di civiltà e responsabilità, da ripetere in campionato. A partire da Vis Pesaro-Triestina di mercoledì 21 ottobre.

CAPITOLO PUGGIONI

Infine, un aggiornamento su Puggioni. Dopo le indiscrezioni raccolte da Solo Vis Pesaro nella giornata di ieri, l’edizione odierna de Il Resto del Carlino aggiunge che il portiere ex Samp resterà in permesso familiare a Genova fino a lunedì prossimo. Di conseguenza, salterà anche la trasferta a Verona in programma sabato 17 ottobre (ore 15.00). Al suo posto probabile conferma per Bastianello che ha ben figurato contro il Matelica.

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome