Vis Pesaro, il nuovo modulo e i non-obiettivi di mercato

0
Crespini
Il direttore sportivo della Vis Pesaro, Claudio Crespini (Radio Prima Rete)

Un mese e mezzo al via ufficiale del calciomercato (1° settembre), più di 70 giorni a quello della Serie C 2020/21. Eppure il clima è già elettrico in casa Vis Pesaro. C’è un organico da ricostruire seguendo le rinnovate ambizioni della proprietà, una squadra da consegnare a Galderisi – almeno in buona parte – entro i primi di agosto. In attesa di conferme, la data di inizio del ritiro dei biancorossi dovrebbe cadere tra l’1 e il 5 del prossimo mese. Un buon motivo per accelerare i tempi sul fronte delle trattative.

La rosa dei candidati a far parte del nuovo corso di casa Vis Pesaro, infatti, è già bella corposa. Da Espeche e Costa Ferreira a Salvatore Papa, passando per Arma, Marchi, Benedetti, D’Amico. Tanta carne al fuoco per il ds Crespini e il suo cellulare. Intasato di chiamate, in accensione perenne. Caldissimo metaforicamente e non: quanti nomi e numeri saranno incappati nella sua segreteria telefonica.

SMENTITE E RICONFERME

Tantissimi. Ma non quelli di Lorenzo Schiaroli e Daniele Ferri Marini. Nonostante le indiscrezioni rispettivamente di notiziariocalcio.com (poi ripreso anche da La Nazione Umbria) e Tuttomercatoweb.com, stando a quanto raccolto da Solo Vis Pesaro nessuno dei due giocherà al Benelli nella prossima stagione. Per quanto riguarda Schiaroli – difensore urbinate classe ’98, con un passato al Gubbio di Galderisi e in forza al Foligno – si parla di come le due parti siano “d’accordo su tutto”. Mentre da Via Simoncelli smentiscono anche solo l’esistenza di una trattativa.

Tra i nomi confermati c’è però quello di Rachid Arma. Ne abbiamo parlato qualche giorno fa: il 35enne si è appena svincolato dal Vicenza, gradirebbe arrivare a Pesaro. Ma per ora resta solo uno dei 4 top attaccanti che la Vis sta trattando per affiancare Francesco Marcheggiani. Infatti, al contrario di quanto pronosticato, mister Galderisi lavorerà su un 3-4-1-2. Accantonando almeno sulla carta sia la difesa a 4 che l’attacco a 3. Per questo è lecito aspettarsi che, dopo le conferme di Lelj e Gennari, il ds Crespini lavorerà per portare alla Palla di Pomodoro un terzo centrale di difesa titolare (il ritorno di Farabegoli dalla Samp resta una possibilità).

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome