Vis Pesaro, il presidente Bosco sulla nuova stagione: “Ecco la mia rivoluzione”

1
vis pesaro bosco
Ora a decidere sarà solamente il presidente della Vis Pesaro, Mauro Bosco (foto: Vis Pesaro 1898)

Inizia oggi ufficialmente la nuova stagione, la quarta di seguito tra i professionisti, per la Vis Pesaro 1898. I biancorossi capitanati da mister Banchini sono partiti alla volta di Chianciano Terme, dove li aspetta un ritiro che si protrarrà fino a fine luglio. Il co-presidente Mauro Bosco ha rilasciato questa mattina un’intervista sulle colonne del Corriere Adriatico, a firma del collega Emanuele Lucarini. Queste le parti salienti:

L’avevo detto, c’era da cambiare quasi tutto e l’ho fatto. Operando in prima persona insieme ad alcuni a me vicini. Abbiamo preso giovani che un anno fa non sarebbero mai venuti a Pesaro. Talenti appetiti da top club di Serie C e anche da qualche squadra di B“.

Sulla scelta del mister il presidente confessa che è una decisione presa da lontano. “Ho conosciuto Banchini a maggio 2019, prima del mio arrivo a Pesaro. Considero il mister una persona con una spiccata coerenza di ragionamento, che vede il calcio come lo vedo io. E’ il primo allenatore che scelgo io, in un processo di rivoluzione anche del management. L’anno scorso siamo stati criticati per le nostre ambizioni, adesso è meglio concentrarsi sul raggiungimento dei fatidici 40 punti“.

Capitolo fuori rosa, un gruppo che conta Lazzari, De Feo, Marchi, Germinale, Gennari, Eleuteri, Marcheggiani, Nava e Pezzi. “Essendo in uscita non verranno in ritiro, ma si alleneranno in città. In ogni caso non faranno parte della rosa“.

1 COMMENTO

  1. Pessima scelta presidente, si accorgerà presto di aver sbagliato allenatore. A Como intanto, non ha vinto niente perché lui era in panchina ma lo pilotava Corda dalla tribuna. Lui era soltanto un figurante. Appena gli è stata concessa la possibilità di fare da solo non ha mangiato il panettone.

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome