Vis Pesaro, Mauro Bosco: “Stiamo rispettando sul mercato le promesse fatte”

0
Il presidente Mauro Bosco (foto Vis Pesaro 1898)

Quarantadue candeline spente oggi, poco più di un anno alla guida della Vis Pesaro. Gli ultimi dodici mesi di Mauro Bosco sono stati completamente a tinte biancorosse. Da quella famosa conferenza in Comune, dove si presentò per la prima volta davanti a istituzioni, giornalisti e tifosi. “Non sono un millantatore, non prometto tutto e subito“, disse un anno fa. “Per crescere ci vogliono infrastrutture e management, a piccoli passi e con la giusta ambizione“. Un piano di crescita aziendale preciso, senza rivoluzioni, ma con una costante voglia di migliorare. Dal mercato sono arrivati tre calciatori over di indubbio spessore per la categoria, questo il commento del presidente in esclusiva per SoloVisPesaro.

Le parole di Mauro Bosco, nel giorno del suo quarantaduesimo compleanno

Sta andando tutto come ci eravamo prefissati. Credo di poter dire che stiamo realizzando nei fatti quello che avevamo promesso negli ultimi mesi. Allestire una squadra importante, alzare quella famosa asticella”.

Progetto tecnico e sportivo che secondo il presidente deve andare di pari passo con quello manageriale. “Da quando sono arrivato in città mi sono voluto concentrare sulle risorse umane. La scorsa estate non ho voluto stravolgere nulla, poi con il passare dei mesi abbiamo fatto le nostre valutazioni prendendo le decisioni che ci sembravano migliori. Abbiamo investito, e continueremo a farlo, tanto nel settore giovanile. Portando figure di qualità ed esperienza, partendo da direttori e tecnici, fino a qualche buon elemento classe 2002-2003“.

Avevo parlato anche di obiettivi di medio-lungo periodo, come accrescimento della prima squadra e infrastrutture. Mi sembra che siamo nella giusta direzione. Sul mercato degli over avevamo le idee chiare e siamo andati a prendere giocatori forti con grandi capacità umane e di leadership. Come Marchi, Pezzi e lo stesso Gelonese. La vera partita adesso la si giocherà nel mercato degli under, dove possiamo giocare la carta di una credibilità che cresce costantemente“.

Proprio sulla reputazione che la Vis Pesaro si sta guadagnando nel mondo della Lega Pro, il presidente ci tiene a sottolineare. “Tutti gli stakeholders (soggetti esterni, ndr) che ci guardano stanno capendo il tipo di progetto che abbiamo messo in campo. Sugli under  vogliamo giocatori di grande qualità. Con la Sampdoria ho buoni rapporti già da prima che entrassi nella Vis Pesaro, da loro ci interessano soprattutto Tessiore e Farabegoli. Poi è chiaro che dovremmo guardare anche ad altre società, sia di Serie A e B, per completare il nostro pacchetto giovani“.

Infine la chiosa, su credito d’imposta e progetto di Villa Fastiggi: “Quella del credito d’imposta è un delle misure più importanti degli ultimi decenni. Una mossa di sistema, va dato grande merito al presidente Ghirelli ed a tutto il Comitato 4.0. Siamo molto soddisfatti di questo risultato. Su Villa Fastiggi ci sono stati negli scorsi mesi dei rallentamenti anche a causa del Covid. Riunioni, commissioni, giunte, che sono state rimandate. Devo dire che con i tempi che si vedono in Italia, restiamo comunque in linea con le previsioni“. Entro quando pensate che possa essere messa la prima pietra?Sono convinto di poter chiudere tutta la procedura entro fine anno, per poi iniziare i lavori ad inizio 2021. E realizzare per la prossima estate almeno tutta la parte che riguarda i campi da gioco“.

 

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome