Vis Pesaro, ora dei conti. Tra rimodulazioni e rinnovi la stagione che verrà

0
I tifosi della curva Prato nella gara interna contro la Sambenedettese (crediti foto Vis Pesaro 1898)

Settimane di trattative per la Vis Pesaro di Mauro Bosco. I biancorossi, messa in sicuro la salvezza anticipata, stanno ormai da giorni lavorando sul futuro. Che per il momento si chiama “rimodulazione dei contratti in essere”, con termini specifici. Tradotto: quei calciatori che sono sotto contratto con la Vis almeno fino al 2021 (De Feo e Marcheggiani invece fino al 2022) dovranno fare un passo verso la società. Rivedendo al ribasso il loro accordo, omologandolo a quelli che saranno gli standard della ripartenza post Covid-19. Da Puggioni, Golubovic e Bianchini, passando per i difensori Gennari e Lelj, ai terzini Adorni e Nava, il centrocampista Ejjaki, i fantasisti Voltan, Lazzari e De Feo, fino alla punta centrale Marcheggiani. 

Un passo verso la società appunto, che in questi mesi ha dimostrato grande solidità non lasciando niente di arretrato. Nello stile che abbiamo potuto conoscere nel primo anno di presidenza Bosco. Un arrivo nel mondo Vis senza mai fare il passo più lungo della gamba, sempre per gradi. Prima qualche correzione ad agosto, poi a gennaio 4 grandi colpi (Puggioni, Nava, De Feo e Marcheggiani) per garantire una salvezza tranquilla. Anche la chiamata di mister Giuseppe Galderisi è stata una mossa in quella direzione. Dopo due scoppole, Padova e Trieste, non bisognava lasciare niente di intentato. E così è stato fatto.

Il presente invece si può rispecchiare in una parola, upgrade. Dopo due anni di consolidamento della categoria, da definire infatti anche la partnership con la Sampdoria per la prossima stagione. Ma come ha riportato Daniele Sacchi su “il Resto del Carlino” di questa mattina, la questione tra i due club non è al momento sulla lista delle priorità.

I prossimi step: rimodulazioni e rinnovi (non così vicini)

Questa settimana la società ha in programma diversi incontri con i calciatori sotto contratto per venirsi incontro su una revisione degli stipendi, passaggio che non dovrebbe essere troppo complicato in quanto la solidità del progetto biancorosso è un fattore importante nella scelta di un giocatore, specialmente in un periodo di transizione come questo. Uno che potrebbe partire in estate è Davide Voltan, che ha tanto mercato anche in Serie B. I 6 gol stagionali, e le tante giocate di qualità, non sono passati inosservati dai vari scout italiani. Dopo aver rifiutato offerte importanti nella passata sessione invernale, questa potrebbe essere quella giusta per monetizzare una valorizzazione del ragazzo. Preso poco più di un anno fa, quando era svincolato.

Questione non attuale quella dei rinnovi. Su tutti quello del capitano Lorenzo Paoli, che potrebbe vivere la sua nona stagione in maglia Vis Pesaro. Una formalità quello di Orazio Pannitteri, che ha un’opzione in favore della Vis Pesaro per un altro anno. Trattative che non sono ancora iniziate, così come per Alex Misin. Entrambi potranno fare parte della rosa 2020/2021, discorso più difficile per Botta, Rubbo, Gianola e Serraiocco. A proposito di portieri, la Vis ne ha al momento tre sotto contratto. Oltre Puggioni e Bianchini (entrambi a scadenza 2021) c’è anche Adnan Golubovic, ora in prestito oltre il mar Adriatico e anche lui a scadenza 2021.

Capitolo Samp: l’idea è quella di prolungare i prestiti di Tessiore e Farabegoli, anche se quest’ultimo ha estimatori in Serie B. Discorso diverso per Yassin Ejjaki, sotto contratto con la Vis ancora per un’altra stagione.

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome