Vis Pesaro-Piacenza, in cerca di una vittoria scaccia fantasmi e curatrice

0
Il gruppo, per ripartire (crediti ? Vis Pesaro 1898)

Esiste la sconfitta come esiste la vittoria, ma perdere senza lottare no. La Vis Pesaro domenica scorsa è uscita da Verona malconcia: altri 3 gol presi (sono già 14 totali), classifica ferma a 8 punti in 9 partite di cui 2 conquistati nelle ultime 6 gare e mancanza di gioco. Ma soprattutto i problemi sono stati la mancanza di grinta e di cattiveria.

Prestazione indecorosa” la definisce il direttore sportivo Claudio Crespini. “Devo ancora capire chi può dare l’anima per questa società e questa maglia” il richiamo di mister Simone Pavan. Le risposte dello staff e della dirigenza sono state nessun giorno libero per i giocatori, zero conferenze settimanali e un comunicato con scritto: “affrontare con la massima serietà, determinazione e responsabilità l’attuale momento”.

Per rialzare il morale, la classifica e l’entusiasmo serve una vittoria scaccia fantasmi e curatrice. Ma l’avversario da battere è il blasonato Piacenza. Quinta in classifica, la squadra allenata da Arnaldo Franzini conta su giocatori di altissimo livello.

In porta Del Favero rientra dopo la convocazione in under 21, in difesa l’esperienza del capitano Pergreffi che ha segnato anche 3 reti e davanti tre giocatori che mettono paura: i gol di Daniele Cacia, la qualità di Alessio Sestu e la fame del marchigiano Daniele Paponi, già autore di 8 reti stagionali. Proprio la regione Marche è il punto negativo degli emiliani su cui la Vis dovrà puntare. Il Piacenza ha perso solo due gare, entrambe contro squadre marchigiane, ovvero Sambenedettese e Fermana.

Casualità o destino? Non importa, fondamentale è che la Vis Pesaro torni a fare punti. In vista del derby infrasettimanale di giovedì 24 alle 20.45 a Fano e del successivo trittico salvezza Gubbio, Rimini e Imolese. Roba da cuori forti.

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome