Vis Pesaro, rifiutate due offerte dalla Serie B per Davide Voltan

0
Davide Voltan con la sciarpa della Vis Pesaro.

Indiscrezione di mercato, che coinvolge la Vis Pesaro e il suo numero 8, Davide Voltan. Da mesi con la valigia in mano dopo che di comune accordo con la società si è deciso di metterlo sul mercato. Il contratto di Voltan con i biancorossi scade a luglio 2021, dalle parti di via Simoncelli sono poco propensi all’idea di perderlo a zero la prossima estate. Secondo quello che abbiamo raccolto, da fonti autorevoli ma esterne alla società pesarese, la Vis Pesaro avrebbe rispedito al mittente nei giorni scorsi le prime due offerte. Arrivate entrambe dalla Serie B. “Aspettiamo qualcosa di concreto, per ora sono arrivate solo chiacchiere“, aveva detto il diesse Claudio Crespini al Carlino qualche giorno fa. Ma andiamo con ordine.

Davide Voltan arriva alla Vis Pesaro l’undici gennaio 2019. Nei sei mesi precedenti aveva smesso totalmente con il calcio a causa di un lutto familiare. Crespini crede in lui e gli dà una chance tra i pro. Con mister Colucci fatica a trovare spazio da protagonista, ma inizia ad inserirsi negli schemi. L’esplosione vera Voltan l’ha avuta in questa stagione, con Pavan che gli lasciava totalmente carta bianca lì davanti. Per lui sono state 6 le reti nel campionato interrotto dal Covid. Già a gennaio la Vis ha detto di no ad offerte importanti. Decisa a trattenerlo per non complicare ulteriormente la lotta salvezza. In quell’occasione furono proposti anche 200mila euro per il cartellino, con un interessamento pure del Hajduk Spalato. Oltre che di Modena, Reggiana e qualche altra piazza di B.

Da lì la promessa di poterlo accontentare, qualora fosse arrivata una buona offerta dalla cadetteria. E sempre secondo quello che abbiamo raccolto la Vis Pesaro avrebbe risposto picche, almeno per il momento, a due società di Serie B. Che avrebbero messo sul piatto circa 90mila euro di cartellino. Meno della metà di quanto rifiutato già a gennaio.

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome