Vis Pesaro, ritorna Tessiore. Puggioni a Genova in permesso

0
Vis Pesaro, bello l'abbraccio della squadra dopo i 3 punti contro il Matelica (crediti: Vis Pesaro 1898)

Dopo i 3 punti contro il Matelica è il momento di ritornare in campo per la Vis Pesaro 1898. I biancorossi, dopo la prima vittoria stagionale arrivata con le reti di Lazzari e Pezzi, dovranno preparare la delicata sfida di sabato. Quando saranno impegnati sul campo della Virtus Verona sabato alle ore 15. Una squadra che, dopo una partenza a rilento con tre pareggi ma senza mai perdere, ha trovato come la Vis Pesaro la prima vittoria in campionato alla quarta giornata. Gli uomini di Gigi Fresco si sono imposti per 0-3 sul campo dell’Arezzo, con una doppietta proprio di quel Rachid Arma che in estate è stato vicino a vestire la maglia biancorossa.

Dopo una giornata libera concessa dallo staff tecnico, la squadra si è ritrovata oggi al Benelli per il consueto allenamento del martedì. Ore 15 e 30 tutti in campo, sotto l’occhio vigile anche del diesse Claudio Crespini oltre che dello staff tecnico. Settimana che è iniziata con una buona e una cattiva notizia. Vi diamo prima quella buona, perché vogliamo essere positivi.

Tessiore finalmente in gruppo, la noia muscolare è passata

E’ tornato ad allenarsi Andrea Tessiore, fuori da inizio campionato per un problema muscolare. Il centrocampista classe ’99, in prestito dalla Sampdoria per la terza stagione consecutiva, ha completato il suo percorso personalizzato di cure. Ora ne inizierà un altro, quello che lo porterà a rientrare a pieno regime nei ranghi. Improbabile un suo impiego, almeno dal primo minuto, nel match di sabato a Verona.

Capitolo Puggioni: il portiere vola a Reggio Calabria e poi a Genova

La brutta notizia invece riguarda la situazione Christian Puggioni. Ma andiamo per gradi e ripercorriamo l’ultima settimana. Dopo l’infrasettimanale di Ravenna è successo qualcosa. Quello che sappiamo è di un confronto arrivato sul campo di allenamento tra il portiere ex Samp e il tecnico biancorosso. Da quel confronto poi è emersa una decisione, Puggioni fuori dalla lista dei convocati per la partita contro il Matelica.

Il motivo? “Scelta tecnica” ha dichiarato la società. Una decisione di cui anche lo stesso mister Galderisi ha risposto nel post partita di domenica scorsa. “E’ una mia decisione, la società è stata informata di ciò. In settimana lavoreremo su chi c’è stato e su chi non c’è stato“. Che vuol dire tutto e non vuol dire niente. I rapporti si sono deteriorati? C’è stato un muro a muro? Non lo sappiamo e non vogliamo azzardare conclusioni.

Premesso ciò, oggi la comunicazione che ci è arrivata dalla società è stata questa. Puggioni è in permesso familiare. Domani tornerà a Pesaro? Lo escludiamo. Intanto dal profilo instagram del portiere ex Serie A arrivano degli indizi. Ieri Puggioni è volato a Reggio Calabria a trovare degli amici, oggi è a Genova con la sua famiglia.

La situazione è tutta in divenire, il portiere ufficialmente non è stato mai messo in discussione, tantomeno fuori rosa. Piuttosto si è optato per un periodo di “sbollimento”. Il ritorno in gruppo di Puggioni è soltanto rimandato, non ci sono motivi per credere il contrario. Bisognerà poi valutare a cosa e quanto corrisponderà la famosa “scelta tecnica”. Perché è vero che Bastianello, che era oltretutto fermo da tempo, ha fatto un esordio brillante tra i pali.

Ma Puggioni è arrivato a Pesaro con altre premesse lo scorso novembre. Il primo e vero grande colpo della presidenza Bosco, la firma del pres in un’operazione che ha portato in città tanto entusiasmo e ulteriore interesse da fuori.  Un inizio di campionato dove l’unico errore è stata la poca reattività sulla perla di Sodinha, a tempo praticamente scaduto e con il risultato già compromesso. Il punto contro il Legnago porta anche la sua firma, e soprattutto i suoi guanti.

 

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome