Rapporto in bilico tra Vis e Sampdoria, il Chievo si propone. Borozan: “No comment”

L'indiscrezione, raccolta da SampNews24, vedrebbe i biancorossi lontani dal progetto Sampdoria. Motivo? Il nuovo regolamento prestiti. Il dg Borozan intanto oppone un secco no comment.

0
Vis Pesaro, il presidente della Sampdoria Massimo Ferrero
Massimo Ferrero e il presidente della Vis Pesaro, Marco Ferri

Una possibilità che preoccupa e non poco il mondo Vis Pesaro. Secondo quanto riporta la testata SampNews24, la partnership tra biancorossi e Sampdoria sarebbe a rischio. Motivo? La nuova normativa della Serie C relativa ai prestiti, che comporterà “un massimo complessivo di sei calciatori il cui tesseramento sia a titolo di cessione o trasferimento temporaneo da società di Serie A o B”. Un ostacolo non di poco conto alla luce della natura della collaborazione – valorizzazione di calciatori di prospettiva in un contesto professionistico – tra Vis Pesaro e blucerchiati, nata poco più di anno fa. E un deciso freno a un progetto alternativo alle “squadre B”.

Non più otto elementi in prestito – Ivan, Diop, Tessiore, Pastor, Balde, Hadziosmanovic, Gabbani e Romei – come nella stagione appena conclusa: solo sei giocatori approderebbero in riva all’Adriatico. Due elementi in meno di non trascurabile importanza. Ecco allora che la Sampdoria si sarebbe proiettata alla ricerca di un’alternativa, col Chievo fresco di retrocessione in Serie B in pole.

Nel tardo pomeriggio intanto arriva il secco no comment del direttore generale Vlado Borozan, interpellato sulla questione: “Quando dovrò parlare, mi esporrò”.

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome