Vis Pesaro, si cerca l’attaccante. Su Costantino ci sono Teramo e Gubbio

0
Vis Pesaro, i tifosi

L’anno nuovo ha inizio. Non si giocherà fino al 19 gennaio, ma il mercato è partito. La squadra ha una rosa ampia ed efficiente, ma una mossa dovrebbe esserci, parola del direttore sportivo Claudio Crespini, quando circa venti giorni fa in conferenza stampa dichiarò: “Dovremmo dare via un esterno in cambio di un attaccante”.

Petrucci non si muove. Dopo il periodo trittico fatto di esclusione-dietrofront-espulsione il giocatore si è confermato una pedina fondamentale della rosa, come ribadito dal direttore generale Vlado Borozan nel post-partita di Vis Pesaro-Triestina: “Andrea è un bravissimo ragazzo e un gran giocatore, per fortuna è ancora nostro”. Gli altri esterni della squadra sono Kirilov che ha passato un girone d’andata sfortunato a causa di due infortuni rimediati nel riscaldamento pre-gara, e Baldé che ha trovato continuità ma non ancora la via del goal.

Lazzari 5 reti in stagione con Diop (2) (Crediti foto Vis Pesaro 1898)

Ecco il goal, quello che la piazza pesarese chiama. La squadra si difende che è una meraviglia, solo 14 goal subiti in 20 partite, primato del girone. Davanti invece sono arrivate 19 reti complessive, più della metà siglate (10) dal duo OlceseLazzari. Se il primo, a 35 anni suonati, è stata la sorpresa d’inizio stagione accusando poi un comprensibile calo per stanchezza, il secondo ha mostrato tutte le sue capacità tecniche rallentate solo da due infortuni consecutivi. Abou Diop invece ha segnato 2 reti contro Renate e Sudtirol che hanno portato, non dimentichiamocelo, 6 punti pesantissimi. Ma anche spirito di sacrificio e umiltà per l’attaccante classe ’93. Leonardo Colucci però in conferenza qualche settimana fa disse: “Ho poche scelte per dare maggiore incisività lì davanti in corso d’opera“. Ora è tempo di mercato e questo mese darà risposte. Si è parlato secondo TuttoMercatoWeb.com di due giovani del LecceDubickas e Megelaitis. Entrambi lituani, il primo è attaccante mentre il secondo centrocampista centrale.

Costantino in maglia Vis Pesaro, i tifosi sognano un suo ritorno (crediti foto Sudtirol)

Il sogno è sempre lui, Rocco Costantino. 18 presenze e 4 reti per l’attaccante nativo della Svizzera in questa prima parte di stagione. Le ultime 8 partite però senza mai partire dall’inizio. Il rapporto con la Sudtirol sembra vicino al culmine, il suo nome già circola in lungo e in largo per il centro Italia. Crespini a inizio ottobre diceva: “Se ci sarà la possibilità, Costantino lo riporterò a Pesaro”. Il Teramo lo ha in pugno secondo quanto riporta TuttoC.com, il Gubbio ci prova come dichiarato da GianlucaDiMarzio.com dopo la cessione di Marchi al Monza, la Vis è invece una scelta d’amore, di quel sentimento che mai è svanito con la piazza e i tifosi dopo due stagioni da protagonista a Pesaro. Il mercato poi propone Angelo Nolé, vicino all’addio con il Pro Piacenza per problemi societari. Ex Rimini, Ternana e Modena, l’anno scorso è stato compagno di Flavio Lazzari al Racing Fondi. 14 presenze e 6 reti per lui in questa prima parte di stagione.

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome