Vlado Borozan: “La Prato a 7 euro contro Verona, non sarà il nostro funerale”

0
Vlado Borozan, direttore generale Vis Pesaro
Vlado Borozan, direttore generale Vis Pesaro

Il direttore generale della Vis Pesaro, Vlado Borozan, prende una posizione chiara e precisa. E lo fa partecipando alla conferenza stampa del martedì, in cui senza mezzi termini mette un punto alle voci degli ultimi giorni. Una critica sentita e appassionata nell’esposizione, mirata verso qualche tifoso che “ti rema contro” e mette intorno alla società la cosiddetta “aria da funerale“.

Il monologo, durato oltre 20 minuti, parte subito con il botto: “C’è bisogno di dare un segnale. Voglio lanciare un messaggio a tutti, domenica non sarà di certo il nostro funerale. Sarà invece una prima finale che se vinta ci porterà ad un millimetro dal raggiungere il nostro traguardo. Abbiamo 33 punti, non 3. Sfido chiunque a non aver desiderato questa classifica attuale a luglio.  Questi punti gli abbiamo conquistati lottando, partita dopo partita. Ben vengano i confronti con i tifosi, ma non tollero le minacce di qualcuno. Certe persone che sono forti solo in gruppo, non le ho viste una volta in ufficio a parlarmi. Eppure sono qui tutti i giorni per tutto il giorno“.

Borozan, poi puntualizza: “Non mi riferisco alla stragrande maggioranza dei tifosi, che sono da Serie A come ho già affermato in passato. Vorrei essere chiaro su questo punto. Ma c’è qualcuno che viene allo stadio per remare contro. Li vedi, quelli che alla prima palla persa non fanno altro che contagiare in negativo l’entusiasmo degli altri. A loro non va il mio rispetto. A tutti gli altri dico, abbiamo bisogno di voi. E ridurremo i prezzi dei biglietti per domenica, 15 euro la tribuna e 7 la Prato. I ragazzi hanno bisogno di sentire il vento in poppa, il vero tifoso sta con noi fino alla fine. Troppo facile salire e scendere dai carri“.

Il discorso così si sposta sulla posizione di mister Colucci: “Siamo in un momento di difficoltà, lui sa benissimo quali sono gli errori che sono stati commessi. Ma da parte nostra ha la più totale fiducia, perché è sempre lui che ci ha portato ad avere questi punti. Dopo Terni era considerato universalmente un fenomeno, adesso è forse diventato scarso in un mese? Non credo“.

Il commento

Il direttore ha voluto essere chiaro, il più possibile. Un segnale forte da parte della società, che ha voluto dimostrare fiducia totale al tecnico, il suo staff e la squadra. Il messaggio ai tifosi non ha bisogno di repliche: abbiamo bisogno di voi, agevoliamo prezzi e tariffe, ma sosteneteci. Di certo è in questi momenti che una società si deve fare sentire, il modo non spetta a noi giudicarlo. Ma la morale è sempre la stessa: tutti uniti per il bene di questi due colori.

LASCIA UN COMMENTO

Commento
Nome